Archivo de la categoría: Sin categoría

AL VIA FESTIVA VISIONI – GRUPPO EMOTION

 

COMUNICATO STAMPA

Festival Visioni

VIII EDIZIONE

Primi due appuntamenti a L’Aquila, Auditorium del Parco, della VIII edizione del Festival “Visioni”, promosso dalla Compagnia di Danza Gruppo Emotion, diretta da Francesca La Cava. La ricerca del gesto e quella personale sono alla base degli spettacoli del GRUPPO eMOTION, le cui performance sono viaggi poetici e introspettivi all’interno dell’essere umano e della società contemporanea. Questo filo conduttore è ben visibile nelle nuove che animeranno il festival: Il brutto anatroccolo, che andrà in scena il 18 aprile alle ore 17.30 e Cenerentola? in cartellone il 9 maggio alle ore 18.00. Nel primo spettacolo la storia si muove sulla strada tracciata da Andersen ma procede, via via, lungo binari propri. Alla fine il brutto anatroccolo diventa uno splendido cigno, ma il percorso che lo guida alla trasformazione ha una psicologia un po’ speciale: il pennuto non nega la sua “diversità” ma la abbraccia con un pizzico di ironia, innamorandosi, però, di quel “bello” (i cigni) che sente stranamente vicino e che in realtà è la sua vera natura.

Drammaturgia e regia Maria Cristina Giambruno
Musiche originali 
Raffaello Angelini
Coreografia 
Francesca La Cava
Attori 
Guido D’Ascenzo e Alessandra Pavoni
Danzatori 
Simonetta D’Intino, Alessia Neri e Nicoletta Ragone
Assistente alla coreografia 
Nicoletta Ragone
Costumi 
Maria Grazia Cimini
produzione 
GRUPPO e-MOTION
Con il contributo del 
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Abruzzo e del Comune dell’Aquila

Il secondo appuntamento, il 9 maggio alle ore 18.00, sempre all’Auditorium del Parco, è ancora con una favola, forse quella più nota e simbolica. Ma già il titolo ci porta su strade poco battute: CENERENTOLA?

La cultura popolare è diventata uno spazio chiave di scontro tra identificazione e significato, in cui i prodotti culturali non sono semplicemente riciclati bensì reinventati e riconsumati in un sistema sempre più globalizzato, in cui “l’immagine” è di capitale importanza. Cenerentola è una ragazza umile addetta alla casa e al focolare? No. La nostra è una ragazza moderna, intraprendente e viziata o meglio viziosa, consumata dal “consumismo” e dalla etica della apparenza. Il regista della storia è la madre. Essa diviene l’autentica plot-maker della favola, colei che decide e tiene il filo della storia indirizzando la figlia verso l’obiettivo prefissato. La favola usa metafore, cambia i giochi, inverte i personaggi ma mantiene la morale e gli insegnamenti del racconto originale: amore, uguaglianza, grazia, spirito, coraggio, modestia, nobiltà di sangue, buon senso e …..fortuna?

regia e coreografia: Francesca La Cava; musica: Sergej Prokofiev; elaborazioni musicali: Giulia Francavill; interpreti e collaborazione: Stefania Bucci, Andrea Di Matteo, Simonetta D’Intino, Miriana Esposito e Sara Pischedda; disegno luci: Michele Innocenzi; costumi: Maria Grazia Cimini.

Produzione: GRUPPO e-MOTION con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Abruzzo e del Comune dell’Aquila con il sostegno per le residenze artistiche di ACS Abruzzo Circuito Spettacolo

Per entrambi gli spettacoli sono previste le matinée per le scuole.

Biglietti

8,00 euro intero; 5,00 euro ridotto.

Ridotto anche per l’Associazione Mamme per L’Aquila

Per info e prenotazioni 3395838563

 

 

Comunicato stampa

 

Le lettere d’amore fanno spettacolo
CHIETI – Nella sala convegni del Museo della Lettera d’Amore di Torrevecchia Teatina, in provincia di Chieti, davanti a un folto pubblico, la Scuola di recitazione del Teatro Marrucino Il Paese dei Teatri diretti da Giuliana Antenucci hanno tenuto uno spettacolo: “Lettere dalla storia”, che ha riscosso un successo straordinario, con numerose chiamate per gli attori.
Gli interpreti Rosanna Avolio, Adelina D’Ovidio, Ivana De Leonardis, Graziana Di Florio, Valentina Fiore, Antonia Forte, Angela Galuppi Tambelli, Lucrezia Macchia, Annalisa Mincone, Giovanna De Crecchio, Rosalinda Di Luzio, Francesca Di Salvatore, Sabina Ferri, Iolanda Giuggia, Diletta Graziosi, Erminia Longo, Lorenzo Pelaccia, Anna Santeramo, Maria Cristina Stumpo, Benedetta Trivelli e la stessa Giuliana Antenucci si sono alternati in letture sorprendenti, avvincenti, appassionate, commoventi di parole scaturite da amori immortali, lasciati a noi come un tesoro da scrittori e personalità della storia.
Chi non ha mai ceduto alla passione dell’amore? Perfino Napoleone ha scritto lettere d’amore indimenticabili. Splendidi i costumi indossati grazie all’opera della magnifica Mariella Artizzu, costumista del Teatro Marrucino. Gli attori hanno poi donato uno scrigno contenente le lettere scritte su carta pergamena facenti parte dello spettacolo, ricevendo in cambio omaggi da parte del Museo. Una serata indimenticabile, tanto che il pubblico ha richiesto che venga effettuata una replica dello spettacolo nell’ambito del programma previsto dal Museo per l’anno in corso.

 

 

CS_ISBEM. Fuga di cervelli ed emigrazione di 5×1000 sono notizie di rilevanza per il territorio

 

Prisco PISCITELLI a Roma per il Convegno su SALUTE ed AMBIENTE_2016

Formare nuovi RICERCATORI per il Mezzogiorno:

con il 5×1000 i Cittadini possono aiutare i giovani a generare benefici per tutti.

Il caso ISBEM e il Monastero del 3° Millennio di Mesagne

È noto che, annualmente, lo Stato italiano consente ai Cittadini di destinare il 5×1000, preso dalle loro tasse, a 5 categorie: Ricerca Scientifica, Ricerca Sanitaria, Sport, Comuni e ONLUS. I dati dell’Agenzia delle Entrate del 2015 (ultimo anno disponibile) dimostrano che, per la Ricerca Scientifica, l’ISBEM di Mesagne (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo) è 1° in Puglia, 2° nel Mezzogiorno e fra i primi 30 dell’Italia intera. Preso a sé, tale risultato ci dovrebbe riempire di orgoglio, ma ci sono motivi invece per esser preoccupati: Vedere elenchi del 2015 pubblicati dall’Agenzia delle Entrate.

Infatti, sono tanti i pugliesi (ben 7 su 10) che destinano il loro 5×1000 fuori regione, trasferendo così al Nord un’ingente somma di denaro che, solo per il 2015, ammonta a 24 milioni di €. Se poi si moltiplica tale cifra per il numero di anni in cui esiste il 5×1000 (ben 10 anni), ci si trova di fronte ad un flusso di “soldi pugliesi” che si spiega, verosimilmente, solo con un autolesionismo cronico ed una bassa autostima collettivaTale emorragia di fondi riguarda tutte le regioni del Mezzogiorno che si condannano di fatto a ridurre al lumicino le loro stesse possibilità di usare il 5×1000 per fare innovazione sociale e per generare borse di dottorato di ricerca per i propri giovani.

Relativamente all’ISBEM, il numero di Cittadini che gli hanno destinato il 5×1000 è passato in 10 anni da 800 a 3.500 circa. Con le somme percepite, modeste invero rispetto a quelle potenziali, l’ISBEM ha finanziato protocolli di ricerca e vari Dottorati, grazie al meccanismo dei posti aggiuntivi previsto dalla Legge italiana. Con questo strumento, un/una giovane non solo acquisisce in università un prestigioso titolo post-laurea, ma aumenta anche le proprie competenze, qualificandosi al meglio in settori specifici utili al Pianeta Salute. Questo percorso è virtuoso e può produrre ricerche di qualità, fra cui scrivere lavori scientifici che sono rilevanti sia per la conoscenza che per la Salute di tutti, generando altresì una meritata fama in giro per il mondo. È il caso di Prisco Piscitelli che ha svolto il suo ciclo di Dottorato nell’Unisalento, con le somme destinate ad ISBEM dal 5×1000. Egli ha scritto, con vari Autori italiani e stranieri, l’importante lavoro EPIKIT inerente il cruciale tema della Salute Pubblica e del rapporto Salute-Ambiente:

Hospitalizations in Pediatric and Adult Patients for All Cancer Type in Italy:

The EPIKIT Study under the E.U. COHEIRS Project on Environment and Health.

Int J Environ Res Public Health. May 9, 2017;

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28486413

Intervista al Dott. Prisco Piscitelli sullo studio EPIKIT (16 maggio 2017)

In 18 anni di vita, ISBEM ha ottenuto notevoli risultati ed esplorato varie vie, operando come incubatore di talenti (www.isbem.it/m3m) e reclutando giovani volenterosi di impegnarsi per la SALUTE nel Mezzogiorno, essendo l’alternativa quella di emigrare! Per frenare la fuga dei cervelli, bisogna aumentare i contratti d’ingresso nei laboratori scientifici e il 5×1000 è lo strumento appropriato.

In poco più di 3 lustri, ISBEM ha finanziato circa 60 posti di dottorato di ricerca utili a molti giovani per qualificarsi e lavorare in settori che sono i pilastri del progresso: Istituzioni, Ricerca, Imprese, Cittadinanza attiva, Scuole e mondo della Comunicazione. Alcuni di questi giovani sono rimasti nell’ISBEM e danno il meglio di se stessi per farlo crescere, consolidare e potenziare, pur fra molteplici difficoltà. Viene pertanto da chiedersi: come mai i Cittadini del Mezzogiorno, pugliesi in primis, non destinano il proprio 5×1000 alle istituzioni scientifiche della propria regione? Utilizzare questo denaro di inseminazione per far crescere il territorio, è un saggio gesto di lungimiranza e di fiducia che spingerebbe più giovani verso il Dottorato di Ricerca. Ad esempio, con 10.000 destinazioni si possono istituire 5 nuovi posti di Dottorato! Perché non farlo, sapendo peraltro che quel giovane che emigra può essere il proprio figlio?

MESAGNE, Monastero del Terzo Millennio

Sant’Antonio, 13 Giugno 2017 

Convento dei Cappuccini (1503) a Mesagne_sede operativa dell'ISBEM_Turrisi Convento dei Cappuccini_1503_sede dell'ISBEM, con Tobby_cane ricercatore_scomparso nel 2016

Un duetto canoro molto atteso : Bobby Solo e George Aaron firmano insieme un brano dance

 

18447549_10211495215407372_2105281394996723816_n

Bobby Solo e George Aaron, due grandi artisti uniti da una profonda amicizia e stima reciproca, si sono uniti in un duetto. Ecco ‘Russian Ladies’, un brano dance di sicuro impatto
 
Bobby Solo, non ha bisogno di presentazioni. Ciuffo da eterno ragazzo ribelle, voce che definire inconfondibile è riduttivo. Arriva a Sanremo nel 1964 con Una lacrima sul viso, il 45 giri italiano più venduto di tutti i tempi, e da allora la sua carriera non si è più fermata. Altri successi, due primi posti a Sanremo; negli anni ‘80 arrivano canzoni indimenticabili -come Gelosia e tanti, tanti concerti, sia in Italia che all’estero. Bobby Solo ha mille idee, ed un sorriso contagioso. Ama circondarsi di persone brillanti e acute, ma soprattutto di giovani, che lo cercano per il suo realismo, ben noto alla gente. E lui, senza la condiscendenza che potrebbe altrochè permettersi, li consiglia senza illuderli né disilluderli. I suoi progetti futuri lo vedono partecipare con diversi artisti emergenti, nei quali ha visto una possibilità.
Insieme a lui George Aaron storica voce di band dance quali Video e Time . 4 dischi d’oro, costantemente nelle classifiche di Italia, Europa e USA, vincitore di ‘Un disco per l’estate’ 1984  Una delle ultime compilation dance che celebra l’epoca, della Italo disco (anni 80) appena pubblicata, include due brani cantati da lui. E’ apprezzato da sempre per il suo stile e la sua voce dal timbro molto particolare. Dal duettare con Tiziana Rivale -trionfatrice di Sanremo nel 1983- ai costanti concerti live in tutto il mondo (è appena rientrato da un tour in Messico dove si è esibito davanti a ventimila persone), non si ferma mai.
Questi due grandi, amici fraterni da una vita, hanno unito le loro Storie musicali, ed eccoRussian ladies, realizzato grazie anche al DJ producer Pierluigi Cerin: un ritmo incalzante tipico della migliore dance music, con tutti i numeri per diventare una hit.
 
A breve sarà diffuso nelle radio, sicuramente farà ballare e parlare di sé.. come il video, una vera sorpresa con molte chicche per i fans dei due artisti. Sarà presto disponibile anche su I Tunes e tutti gli e-stores oltre che in vinile, formato oggi ritornato prepotentemente di moda tra i deejay.
 
Questi artisti hanno già in cantiere un’altra novità, che pare coinvolga un cantante friulano.. George Aaron ha duettato con Angelo Seretti nel 2016, nella versione dance di Let it be me.
 
Ricordiamo che Bobby Solo si esibirà dal vivo l’ 11 giugno a Buttrio(UD). George Aaron e Angelo Seretti si esibiranno il 7 luglio a Goricizza di Codroipo(UD), nell’ambito di una manifestazione benefica.
Seguiranno molti live in tutt’Italia.
18486011_10211495216287394_34325746015078359_n
18581738_10211495215967386_7745132686483447714_n
ana

SOPRANO ITALIANA ERIKA GRIMALDI (Nata in Asti, Piemonte)

LogoScript_Erika_Grimaldi
ERIKA GRIMALDI SOPRANO CURRICULUM ARTISTICO
Erika Grimaldi, nata ad Asti nel 1980, è considerata tra le più giovani ed affermate soprani a livello internazionale. Sviluppa la sua passione per la musica fin da bambina, prima imparando a suonare il pianoforte all’età di 5 anni, e dopo avvicinandosi al canto a 16 anni.
Ottiene il diploma in entrambe le discipline presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino nel 2001 (Canto) e nel 2003 (Pianoforte).
IL PIANOFORTE: LA PASSIONE DI ERIKA GRIMALDI. Erika a 5 anni si divertiva a suonare al pianoforte le sigle dei cartoni animati. Una passione per questo strumento che viene coltivata grazie alla sensibilità dei genitori ed alla professionalità del maestro. Il diploma al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino conferma le sue doti. Il pianoforte è da sempre nel cuore del soprano che, nel tempo libero, non disdegna affatto suonarlo.
IL CANTO: L’AMORE DI ERIKA GRIMALDI. Erika si avvicina al canto all’età di 16 anni, perfeziona lo studio con il soprano Gabriella Ravazzi e segue vari corsi di perfezionamento con Renato Bruson, Claudio Desderi, Ernesto Palacio e Bernadette Manca di Nissa.
Tra Erika e questa disciplina artistica scoppia l’amore. Una passione che, al pari di quella per il pianoforte, accompagnano l’adolescenza di Erika.
LA CARRIERA COMPLETA
LA VOCE DI ERIKA GRIMALDI. Erika Grimaldi ha una voce da soprano lirico puro, con timbro limpido e cristallino, e con colore caldo.
1998: LA PRIMA DA SOLISTA. Le doti canore le permettono di debuttare come solista a soli 18 anni, nel 1998, nel ruolo di Serpina in “La serva padrona” di G. B. Pergolesi e, nello stesso anno, partecipa al Concorso Internazionale di Crescentino (VC), vincendo il 2° premio assoluto (1° non assegnato).
1999 – 2005: I VARI DEBUTTI. Negli anni successivi ricopre vari ruoli tra cui spiccano, nel 2000, Susanna in “Le nozze di Figaro” di W. A .Mozart, Nannetta nel“Falstaff” di G. Verdi al Teatro Mancinelli di Orvieto, diretta da Marco Guidarini e con la regia di Beppe de Tomasi, e Zerlina nel “Don Giovanni” di W. A. Mozart. Nel 2002 partecipa all’ International Opera Festival di Zurigo. Nel 2003 debutta nel ruolo di Lauretta nel “Gianni Schicchi” di G. Puccini, con la direzione di Aldo Sisillo, ed interpreta nuovamente Serpina ne “La serva Padrona”. Nel 2004 interpreta il ruolo di Livietta nella “Livietta e Tracollo” di Pergolesi per il festival estivo umbro a Civita di Bagnoregio, e di Sofia ne “Il signor Bruschino” di G. Rossini. Nel 2005 vince il Concorso Lirico Internazionale di Orvieto e ottiene la parte di Carolina ne “Il matrimonio segreto” con la regia di Paolo Miccichè, e veste i panni di Madame Silberklang nel “Der Schauspieldirektor” di W. A. Mozart.
2006 – 2010: I PALCOSCENICI INTERNAZIONALI. La crescita di Erika Grimaldi è costante e il suo nome diventa sempre più conosciuto. Nel 2006, dopo il risultato al Concorso Aslico, debutta nel “Don Giovanni” al Teatro sociale di Como, al Teatro Donizetti di Bergamo, al Teatro Grande di Brescia, al Teatro dell’Arte, presso il palazzo della Triennale di Milano, al Teatro Comunale di Bologna, al Teatro dell’ Aquila di Fermo, al Teatro Ponchielli di Cremona. Nel 2007 è protagonista in concerti tenuti all’ Opera Nice, diretti da Marco Guidarini, replicati nel 2008, e vince il Concorso internazionale “Giacomo Lauri Volpi” di Latina. Nel 2008 si afferma al Concorso “Comunità Europea” del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, e si distingue nell’interpretazione di Mimì ne “La Bohème” di Giacomo Puccini al Teatro Regio di Torino. Nella stessa stagione partecipa alle produzioni di “Medea” di L.Cherubini al Teatro Regio di Torino (regia Hugo de Ana) e al Massimo Bellini di Catania (entrambe all’inaugurazione), sempre diretta da Evelino Pidò, e de “La Dama di picche” di P.I.Tchaikovsky, ancora al Regio di Torino, diretta da Gianandrea Noseda e con la regia di Denis Krief. Nel 2009 debutta nei ruoli di Adina ne “L’elisir d’amore” al Teatro Filarmonico di Verona, di Pamina ne “Il flauto magico” di W.A. Mozart al Teatro Massimo di Palermo e di Donna Anna in “Don Giovanni” al Festival di Avenches, per la regia di Giancarlo Del Monaco. Si esibisce inoltre nei tre concerti del tour internazionale “Arena di Verona” a New York, Abu Dhabi e San Paolo del Brasile, sotto il patrocinio del Ministero degli Esteri, e riproposti nel 2010 a Monaco di Baviera e a Colonia. Nel 2010 canta di nuovo Adina ne “L’elisir d’amore” al teatro Alfieri di Asti, al Teatro Comunale di Alessandria e al Teatro Civico di Vercelli nell’ ambito dell’ attività in regione svolta dal Teatro Regio di Torino, ed è ancora Mimì ne“La Bohème” al Teatro Regio di Torino con la stessa regia della Bohème del centenario firmata da G. Patroni Griffi. Sempre Mimì nella tournée del Teatro Regioa Shanghai diretta da Gianandrea Noseda, in occasione dell’Expo 2010, al Teatro Petruzzelli di Bari ed all’Opera Hong Kong, diretta da Bruno Aprea.
Sempre nel 2010 si esibisce al teatro Filarmonico di Verona nella “Petite Messe Solenelle” di G.Rossini.
2011 – 2015: LA COSTANTE ESCALATION. Gli appuntamenti si susseguono e la stagione lirica di Erika Grimaldi è sempre più ricca di appuntamenti. Nel 2011 viene invitata come soprano solista in “Opera on Ice” presso l’ Arena di Verona, evento con diffusione televisiva e cinematografica internazionale. Debutto fondamentale è stato quello nella parte di Anaï in “Moïse et Pharaon” di
G. Rossini – opera inaugurale della stagione 2010-2011 del Teatro dell’Opera di Roma, per la regia di Pier Alli e la direzione di Riccardo Muti. Da quest’ultimo è stata diretta anche in “Nabucco” di
G. Verdi, sempre all’Opera di Roma, per la celebrazione del 150° anno dall’Unità d’Italia. Da segnalare nello stesso anno il debutto nel ruolo di Micaela nella“Carmen” di Bizet al Teatro Lirico di Cagliari. Nel 2012 ricopre i ruoli di Fiordiligi in“Così fan tutte” al Teatro Regio di Torino, per la regia di Ettore Scola e della Contessa d’Almaviva ne “Le Nozze di Figaro”, di W. A. Mozart,
all’ Opera National di Montpellier. Interpreta ancora Micaela nella “Carmen”rappresentata al
Teatro Regio di Torino con la regia di Calixto Bieito e la direzione di Yutaka Sado. Ha preso parte nello stesso anno alla prima esecuzione moderna del Poema campestre“Il sabato del villaggio” di
  1. Busoni, diretta da Donato Renzetti al Teatro Verdi di Trieste. Nel 2013 è Mimì ne “La Bohème” all’ Opera National de Montpellier e al Teatro Regio di Torino, dove è diretta da Renato Palumbo. Sempre a Torino è Elisetta ne “Il matrimonio segreto” di Cimarosa con la regia di Michael Hampe. Nello stesso anno si segnala il suo debutto in Amelia nel“Simon Boccanegra” di G.Verdi, diretta da G.Noseda e con la regia di Sylvano Bussotti. Nel 2014 ritorna al Teatro dell’Opera di Roma come Micaela nella “Carmen” di G. Bizet si esibisce per la prima volta in Spagna nel concerto inaugurale del Festival di Peralada a Gerona. Debutta nei ruoli di Liù nella “Turandot” di
  2. Puccini, diretta da P. Steinberg e con la regia di G.Montaldo, di Matilde nel “Guglielmo Tell”di
G. Rossini al Teatro Regio di Torino, e nello “Stabat Mater” di G. Rossini, eseguito anche al Teatro degli Champs Elisèes di Parigi. A ottobre inaugura la stagione musicale del Teatro Regio di Torino, cantando il Requiemdi G. Verdi, e quella operistica, interpretando Desdemona nell’ Otellodi G. Verdi, entrambi diretti da Gianandrea Noseda.
Un ricco 2015 per Erika Grimaldi: tra i ruoli di spicco si segnalano lo Stabat Materdi Rossini all’Accademia Nazionale Santa Cecilia a Roma diretta da Nicola Luisotti, la Contessa ne Le nozze di Figarodi W. A. Mozart al Teatro Regio di Torino, Donna Anna all’Opera de Bellas Artes di Città del Messico, Mimì ne La Bohèmeal Teatro San Carlo di Napoli, Fiorilla ne Il Turco in Italiadi G. Rossini e lo Stabat Materdi G. Rossini al Palau de les Arts a Valencia.
2016: DEBUTTO A “LA SCALA” E PROGRAMMA. La carriera di Erika Grimaldi viene impreziosita dal debutto nel tempio della lirica a “La Scala” di Milano il 2 gennaio 2016. Il ruolo di Giovanna nel “Giovanna d’Arco” di G. Verdi riscuote un grande successo da pubblico e critica e ne esalta le note canore delicate e di classe di cui il soprano è capace.
Il programma dell’anno in corso prevede i seguenti spettacoli (per approfondimenti consultare il file Stagione2016):

TEATRO CAMPOAMOR, OVIEDO (SPAGNA)

Date spettacoli Erika Grimaldi: 31 gennaio 2016; 2, 4, 6 febbraio 2016
Opera “La bohème” di Giacomo Puccini Lingua: italiano
Soprano Erika Grimaldi: Mimì

PHILHARMONIE DE PARIS, PARIGI (FRANCIA)

Date spettacoli Erika Grimaldi: 12 e 14 febbraio 2016
Opera: “Requiem” di Giuseppe Verdi Lingua: in latino
Orchestre de Paris

CULTURAL CENTRE, GRAND THEATRE, HONG KONG (CINA)

Date spettacoli Erika Grimaldi: 26, 28 febbraio 2016; 1 marzo 2016
Opera: “Simon Boccanegra” di Giuseppe Verdi Lingua: in italiano con sopratitoli in inglese Soprano Erika Grimaldi: Maria

CULTURAL CENTRE, GRAND THEATRE, HONG KONG (CINA)

Nell’ambito del “Tour Teatro Regio Orchestra 2016”

Date spettacoli Erika Grimaldi: 3 marzo 2016

Opera: “Requiem” di Giuseppe Verdi Direttore: Gianandrea Noseda
Lingua: in latino

TEATRO REGIO, TORINO (ITALIA)

Date spettacoli Erika Grimaldi: 14, 17, 19, 21, 24 aprile 2016
Opera: “La donna serpente” di Alfredo Casella Lingua: italiano

Soprano Erika Grimaldi: Armilla

WAR MEMORIAL OPERA HOUSE, SAN FRANCISCO (STATI UNITI)
Date spettacoli Erika Grimaldi: 27, 28, 29, 31 maggio 2016; 1, 17, 23, 26, 30 giugno 2016; 2, 3
luglio 2016
Opera: “Carmen” di Georges Bizet
Lingua: in francese con sopratitoli in inglese

Soprano Erika Grimaldi: Micaëla

OLAVINLINNA CASTLE, SAVONLINNA (FINLANDIA)
Date spettacoli Erika Grimaldi: 2, 4, 6 agosto 2016 (Per il Savonlinna Opera Festival)
Opera: “La bohème” di Giacomo Puccini
Lingua: in italiano con finlandese, sopratitoli in inglese

Soprano Erika Grimaldi: Mimì

TOUR “LONDON SIMPHONY CHORUS” A LONDRA (INGHILTERRA) E NEW YORK (STATI UNITI)
Date spettacoli Erika Grimaldi: 18-20 settembre2016 a Londra; 30 ottobre a New York City
Opera: “Requiem” di Giuseppe Verdi Direttore: Gianandrea Noseda Lingua: in latino

Per informazioni, approfondimenti e interviste a Erika Grimaldi:

Ufficio Stampa – Livio Oggero Copywriter
Viale Torino 14/L Alba (CN) Tel. +39 3381729440
ERIKA GRIMALDI SOPRANO IL REPERTORIO
In questo documento vengono riportate le opere ed i relativi personaggi interpretati da Erika Grimaldi durante la sua carriera.
La suddivisione è per autore (Personaggio e opera).

GIACOMO PUCCINI

Lauretta: “Gianni Schicchi” Mimì: “La bohème” Magda: “La Rondine”
Liù: “Turandot”

GIUSEPPE VERDI

Alice Ford: “Falstaff” Giovanna: “Giovanna d’Arco” Desdemona: “Otello”
Amelia Grimaldi : “Simon Boccanegra” Luisa: “Luisa Miller”
Medora: “Il Corsaro” Amalia: “I Masnadieri”

W. A. MOZART

Fiordiligi: “Così fan tutte” Donna Anna: “Don Giovanni” Pamina: “Flauto magico” Contessa: “Le nozze di Figaro”

GIOACHINO ROSSINI

Matilde: “Gugliemo Tell” Anai: “Moise e Pharaon” Amenaide: “Tancredi” Semiramide: “Semiramide” Fiorilla: “Il turco in Italia”
Corinna/Madama Cortese: “Il viaggio a Reims”

GAETANO DONIZETTI

Adina: “Elisir d’amore” Norina: “Don Pasquale”

GEORGES BIZET

Micaela: “Carmen”

CHARLES GONOUD

Margherita: “Faust”

PIETRO MASCAGNI

Suzel: “L’amico Fritz”

DOMENICO CIMAROSA

Caroline/Elisetta: “Il matrimonio di segreto”

LUIGI CHERUBINI

Glauce: “Medea”

ALFREDO CASELLA

Armilla: “La donna serpente”

Per informazioni, approfondimenti e interviste a Erika Grimaldi:

Ufficio Stampa – Livio Oggero Copywriter
Viale Torino 14/L Alba (CN) Tel. +39 3381729440
ERIKA GRIMALDI SOPRANO STAGIONE OPERISTICA 2016
NB: gli spettacoli sono stati inseriti in ordine mensile

TEATRO LA SCALA, MILANO (ITALIA)

Debutto a La Scala (2 gennaio 2016)
Date spettacoli Erika Grimaldi: 2 gennaio 2016Opera: “Giovanna d’Arco” di Giuseppe Verdi Lingua: italiano

Soprano Erika Grimaldi: Giovanna d’Arco CAST

Direttore: Riccardo Chailly
Regista: Moshe Leiser, Patrice Caurier Scene: Christian Fenouillat
Costumi: Agostino Cavalca Video: Etienne Guiol
Luci: Christophe Forey

INTERPRETI

Carlo VII: Francesco Meli
Giovanna: Anna Netrebko / Erika Grimaldi Giacomo: Devid Cecconi / Carlos Alvarez Talbot: Dmitry Beloselskiy
Delil: Michele Mauro
Date spettacoli Erika Grimaldi: 31 gennaio 2016; 2, 4, 6 febbraio 2016
Opera “La bohème” di Giacomo Puccini Lingua: italiano

Soprano Erika Grimaldi: Mimì CAST

Direttore: Marzio Conti Regista: Emilio Sagi Scene: Julio Galán Costumi: Pepa Ojanguren Luci: Eduardo Bravo
Maestro di coro: Patxi Aizpiri

INTERPRETI

Rodolfo: Giorgio Berrugi /Francisco Corujo Schaunard: Manel Esteve Benoît/Alcindoro: Miguel Sola
Mimì: Erika Grimaldi /Vanessa Navarro Marcello: Damiano Salerno /Carlos Daza Colline: Andrea Mastroni /David Cervera Musetta: Carmen Romeu /Sandra Pastrana
Date spettacoli Erika Grimaldi: 12 e 14 febbraio 2016
Opera: “Requiem” di Giuseppe Verdi Lingua: Orchestre de Paris

CAST E INTERPRETI

Musica: Choeur de l’Orchestre de Paris Gianandrea Noseda
Erika Grimaldi
Marie-Nicole Lemieux Saimir Pirgu
Michele Pertusi Lionel Sow
Date spettacoli Erika Grimaldi: 26, 28 febbraio 2016; 1 marzo 2016
Opera: “Simon Boccanegra” di Giuseppe Verdi Lingua: in italiano con sopratitoli in ingleseSoprano Erika Grimaldi: Maria

CAST

Direttore: Roberto Abbado
Regista: Sylvano Bussotti (original), Vittorio Borrelli (revival) Scene, Costumi: Sylvano Bussotti
Luci: Andrea Anfossi
Maestro di coro: Claudio Fenoglio

INTERPRETI

Simon Boccanegra: George Petean Maria: Erika Grimaldi
Jacopo Fiesco: Michele Pertusi Gabriele Adorno: Giorgio Berrugi Paolo: Vasily Ladyuk
Pietro: Fabrizio Beggi

CULTURAL CENTRE, GRAND THEATRE, HONG KONG (CINA)

Nell’ambito del “Tour Teatro Regio Orchestra 2016”

Date spettacoli Erika Grimaldi: 3 marzo 2016

Opera: “Requiem” di Giuseppe Verdi Direttore: Gianandrea Noseda
Date spettacoli Erika Grimaldi: 14, 17, 19, 21, 24 aprile 2016
Opera: “La donna serpente” di Alfredo Casella Lingua: italiano

Soprano Erika Grimaldi: Armilla

CAST
Direttore: Gianandrea Noseda Regista: Arturo Cirillo
Scene: Dario Gessati Costumi: Gianluca Falaschi Luci: Giuseppe Calabrò Coreografo: Riccardo Olivier
Maestro di coro: Claudio Fenoglio

INTERPRETI

Altidòr: Piero Pretti Miranda: Carmela Remigio Armilla: Erika Grimaldi Farzana: Francesca Sassu Canzade: Anna Maria Chiuri
Alditrùf: Francesco Marsiglia Albrigòr: Marco Filippo Romano Pantùl: Roberto de Candia Tartagìl: Fabrizio Paesano Tògrul: Fabrizio Beggi Demogorgòn: Sebastian Catana
La Fatina Smeraldina: Kate Fruchterman
Date spettacoli Erika Grimaldi: 27, 28, 29, 31 maggio 2016; 1, 17, 23, 26, 30 giugno 2016; 2, 3
luglio 2016
Opera: “Carmen” di Georges Bizet
Lingua: in francese con sopratitoli in inglese

Soprano Erika Grimaldi: Micaëla CAST

Direttore: Carlo Montanaro / Jordi Bernàce Regista: Calixto Bieito, Joan Anton Rechi Scene: Alfons Flores
Costumi: Mercè Paloma Maestro di coro: Ian RobertsonINTERPRETI
Carmen: Irene Roberts / Ginger Costa-Jackson Don José: Brian Jagde / Maxim Aksenov Micaëla: Ellie Dehn /Erika Grimaldi Escamillo: Zachary Nelson / Michael Sumuel
Date spettacoli Erika Grimaldi: 2, 4, 6 agosto 2016 (Per il Savonlinna Opera Festival)
Opera: “La bohème” di Giacomo Puccini
Lingua: in italiano con finlandese, sopratitoli in inglese

Soprano Erika Grimaldi: Mimì

CAST
Direttore: Gianandrea Noseda Regista: Vittorio Borrelli
Scene: Saverio Santoliquido, Claudia Boasso Costumi: Laura Viglione
Luci: Andrea Anfossi
Maestro di coro: Claudio Fenoglio

INTERPRETI

Mimì: Erika GrimaldiRodolfo: Stefano Secco Musetta: Aida Garifullina Marcello: Simone Piazzola Schaunard: Simone Del Savio Colline: Roberto Tagliavini
UNITI)
Date spettacoli Erika Grimaldi: 18-20 settembre2016 a Londra; 30 ottobre a New York City
Opera: “Requiem” di Giuseppe Verdi Lingua: latino
Direttore: Gianandrea Noseda

Per informazioni, approfondimenti e interviste a Erika Grimaldi:

Ufficio Stampa – Livio Oggero Copywriter
Viale Torino 14/L Alba (CN) Tel. +39 3381729440
Youtube:

Giuseppina Torregrossa, scrittrice palermitana

index

 

Sono nata a Palermo, ho tre figli e un cane. Mi sono laureata in medicina presso l’università di Roma “La Sapienza”, sono specializzata in ginecologia ed ostetricia; ho conseguito un dottorato di ricerca in perinatologia, scienza che indaga il benessere fetale durante il terzo trimestre di gravidanza e la prima settimana di vita neonatale. Ho svolto la mia attività professionale a Roma, presso la clinica ostetrica dell’università di Roma – policlinico Umberto I.

Ho ricoperto numerose cariche nelle associazioni di utenti:

Negli organismi istituzionali di parità:

Ho collaborato con articoli di divulgazione scientifica a molti quotidiani e riviste, tra i quali:

Nel tempo libero scrivo storie di vita vissuta.

 

Pagina Web: http://giuseppinatorregrossa.com/libri/