Archivo de la categoría: Espectáculo

I Solisti Aquilani a Rocca di Mezzo (L’Aquila) per il tradizionale omaggio a Sergio Calligaris


I Solisti Aquilani a Rocca di Mezzo

per il tradizionale omaggio a Sergio Calligaris

Appuntamento di metà estate a Rocca di Mezzo, sabato 19 agosto (Centro Polivalente ore 21.15) con I Solisti Aquilani, per il tradizionale omaggio al grande Maestro Sergio Calligaris. Ad affiancare l’ensemble il duo pianistico Sollini-Barbatano; al violoncello Giulio Ferretti. Impegnativo e sfaccettato il programma della serata che prevede, nella prima parte, il Concerto in do minore per violoncello e orchestra di J.C. Bach; il Concerto per pianoforte a quattro mani di L. Kozeluh e un brano dello stesso Calligaris, il Concerto op. 25. Calligaris in recital per la seconda parte, con musiche di Ravel, Galuppi, Debussy e Calligaris.

Il legame tra Rocca di Mezzo e il grande compositore e pianista Sergio Calligaris è ormai inscindibile. Sono circa 30 anni che il maestro italo argentino soggiorna in estate a Rocca di Mezzo e oltre 10 anni di collaborazione con I Solisti Aquilani. L’omaggio a Sergio Calligaris è anche un momento in cui le più importanti istituzioni di Rocca di Mezzo quali il Comune, il Consorzio per lo Sviluppo Culturale delle Rocche, la Nuova Pro loco e l’Agenzia per la Promozione Culturale della Regione Abruzzo contribuiscono unitariamente a sostenere l’iniziativa che si accompagna alla raccolta fondi per le attività di assistenza domiciliare a malati oncologici dell’Associazione L’Aquila per la Vita.

Argentino, nato a Rosario, Sergio Calligaris ha vissuto a lungo negli Stati Uniti e dal 1974 si è stabilito in Italia assumendone la cittadinanza. Concertista internazionale già all’età di 13 anni, la sua carriera è stata guidata da maestri quali George Fanelli, Arthur Loesser, Adele Marcus, Nikita Magaloff e Guido Agosti. Ha tenuto molti concerti nella nativa Argentina, lanciando la sua carriera internazionale durante le stagioni 1967/1969 con un debutto entusiasticamente accolto alla Brahamssaal del Musikverein di Vienna, seguito da presentazioni di uguale successo alla Konzertsaal Bundesallee (per la Hans Adler Konzert-Direktion) di Berlino; la Società del Quartetto di Roma, l’Istituto de Cultura Hispánica di Madrid I suoi concerti, registrati dalla BBC, dalla Bayerischer Rundfunk, dalla Radio della Suisse Romande e da altre emittenti radiotelevisive, sono stati trasmessi in tutto il mondo. In Italia ha insegnato, dal 1974, nei conservatori di Napoli, Pescara e L’Aquila. E’ stato spesso membro di giurie di importanti concorsi pianistici nazionali e internazionali. Il Dizionario dei Musicisti Baker, nell’edizione del 1971 (G. Schirmer, New York) ha incluso la sua biografia, scritta da Nicolas Slonimsky, un onore conferito a pochissimi musicisti viventi. Dopo un ventennio dedicato al concertismo riprende la composizione abbandonata nella prima giovinezza. e diviene uno dei compositori contemporanei più eseguiti nel mondo. Tra i vari riconoscimenti, il Premio Musicale Internazionale Giuseppe Verdi per la composizione.

 Il Duo Sollini-Barbatano vede dal 2004 la collaborazione artistica tra Marco Sollini, pianista dalla ricca carriera internazionale e con numerose esperienze che vanno dall’attività solistica a collaborazioni cameristiche con musicisti di chiara fama quali Bruno Canino, Antonio Ballista, Alain Meunier, Paola Pitagora, Elena Zaniboni, Quartetto della Scala, Quartetto di Cremona e molti altri, e Salvatore Barbatano, giovane artista distintosi per brillanti prerogative e profonda sensibilità musicale. Il Duo affronta sia pagine del repertorio per pianoforte a 4 mani che significative opere per due pianoforti. Si è esibito in Italia ed all’estero per importanti associazioni e festival, tra i quali lo Schouwburg Festival di Jakarta, l’International Music Festival of Santorini (Grecia), l’Ass. Amici della Filarmonica di Oslo, la Kursaal di Bad Wildbad

Serena conduce Operaclassica

Alejo Perez, direttore d’orchestra

20891675_1547162548663489_539200937_n

ALEJO PEREZ, DIRETTORE D’ORCHESTRA

Giovane direttore argentino, studia composizione e direzione d’orchestra, oltre a pianoforte nella sua città natale, Buenos Aires. Attualmente, lavora regolarmente nel suo paese d’origine, oltre che in Europa con importanti orchestre ed ensemble. Da quando ha assunto l’incarico di direttore musicale del prestigioso Teatro de La Plata nel 2009, il più importante teatro lirico argentino dopo il Teatro Colón, Alejo Pérez ha ricoperto un ruolo determinante nel rinnovato successo del teatro. Acclamato dalla stampa e dal pubblico insieme con il regista Marcelo Lombardero, produce grandi pezzi del repertorio lirico e concerti. Le nuove produzioni di Nabucco di Verdi e Don Carlos di Berlioz, La Damnation de Faust e Lady Macbeth del distretto di Mtsensk di Šostakovič, Carmen di Bizet e Tristan und Isolde e Rheingold di Wagner sono stati eseguiti sotto la sua bacchetta. Nella stagione 2012- 13 continuerà il ciclo dei Nibelunghi di Wagner con nuove produzioni di Die Walküre e Siegfried. A partire dalla stagione 2011-12 quando diventa uno dei direttori ospiti e consulenti musicali al Teatro Real di Madrid su invito di Gerard Mortier, dirige regolarmente l’Orquesta Sinfónica de Madrid e nel 2012, ottiene un grande successo con Rienzi di Wagner in versione di concerto e con l’opera di Golijov Ainadamar nella produzione di Peter Sellars. Inizialmente apprezzato per le sue interpretazioni di musica contemporanea, Alejo Pérez ha sviluppato un vasto repertorio. Ha debuttato alla NDR Symphony Orchestra, dove è stato direttore assistente di Christoph von Dohnányi tra il 2005 e il 2007. Negli anni successivi si è esibito con la Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, Orquesta Sinfonica Nacional de Chile, Dresdner Philharmonie, Orchestre National de Lille, musikFabrik Köln, l’Orchestre Philharmonique de Radio France, la Taipei Symphony Orchestra e Deutsches Symphonie-Orchester di Berlino. è apparso anche come direttore d’orchestra per un progetto della Ensemble Modern a Istanbul, con composizioni commissionate da Mark André, Beat Furrer, Samir Odeh- Tamimi e Vladimir Tarnopolski a Francoforte, Berlino, Vienna, Essen e Istanbul. Negli ultimi anni, è salito sul podio con l’Asko Schönberg Ensemble, Ensemble Contrechamps, e ancora con la SWR Orchestra Sinfonica di Baden-Baden e Friburgo. Ha lavorato in collaborazione con il compositore Peter Eötvös. Ha debuttato due opere come assistente di Eötvös: Angels in America (Théâtre du Châtelet di Parigi) e Lady Sarashina (Opéra de Lyon e poi Opéra Comique di Parigi). Nel 2008, ha diretto l’opera Of Love and Other Demons di Eötvös in una produzione del Festival di Glyndebourne alla Lithuanian National Opera. Inoltre ha diretto L’espace dernier di Matthias Pintscher (Opéra Bastille di Parigi), Pollicino di Henze e Le Rossignol di Stravinskij all’Opéra de Lyon, Rihmdi Jakob Lenz ad Anversa, Satyricon di Maderna a Buenos Aires, e ancora Don Giovanni all’Opera Frankfurt. Nel 2008 a Buenos Aires, si dedica alla musica antica, con Iphigénie en Tauride di Gluck. Nel 2011 dirige la Gewandhausorchester di Lipsia nell’oratorio di Paul Dessau Deutsches Miserere al Teatro dell’Opera di Lipsia. Nella stagione in corso, torna all’Ensemble Intercontemporain di Parigi e debutta al Klangforum di Vienna alla Wiener Konzerthaus.

In Italia ha debuttato al teatro San Carlo, al teatro dell’opera di Roma, al teatro Massimo di Palermo e al teatro del Maggio Fiorentino di Firenze.

ALEJO PEREZ, CONDUCTOR

Nació en Buenos Aires. Luego de formarse como pianista y diplomarse en la universidad (dirección orquestal, coral y composición) con medallas de oro, perfeccionó sus estudios de dirección en Alemania con Peter Eötvös, Helmuth Rilling y sir Colin Davis. Luego de formarse como pianista y diplomarse con medallas de oro en la universidad, perfeccionó sus estudios de dirección en Alemania con Peter Eötvös, Helmuth Rilling y Sir Colin Davis.

 Colaboró estrechamente con Michael Gielen, Esa-Pekka Salonen, Peter Eötvös y Christoph von Dohnányi.

Fue director musical del Teatro Argentino de La Plata (Tristan und Isolde, Don Carlos, La damnation de Faust, Rheingold, Lady Macbeth de Mzensk así como Missa Solemnis, Deutsches Requiem, Alexander Nevsky, Requiem de Verdi, Daphnis et Chloé, 8va. Sinfonía de Mahler) durante 4 temporadas (2009-2012)

Dirigió en la Opéra de París (Bastille), Opéra Comique, Châtelet, Opera de Frankfurt (Don Giovanni), Opera Nacional de Lyon, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Nacional de Ginebra, Teatro Real de la Monnaie Bruselas, Opera Nacional de Lituania, Concertgebouw y Muziekgebouw de Amsterdam, Opera Real de Copenhagen.

Ha estado al frente de la Orquesta del Gewandhaus de Leipzig, Filarmónica de Radio Francia, Sinfónica Alemana (DSO),  Sinfónica de la SWR Baden Baden-Freiburg, Filarmónica Real de Estocolmo, Akademie de la Filarmónica de Berlín, Orquesta de la Radio Bélgica, National de Lille, Orquestas Filarmónica y Filarmónica de cámara de la Radio de Holanda,Orquesta Sinfónica Brasileira,Sinfónica de Taiwán, Ensemble Intercontemporain, Klangforum Wien, Musik Fabrik, Ensamble Modern, Orquesta Sinfónica de la Radio Alemana (NDR), orquesta de la cual fue director asistente durante dos temporadas.

Compuso la opera Tenebræ por encargo del Centro de Experimentación del Teatro Colón y dirigió su estreno en 1999.

Dirige también frecuentemente las orquestas Sinfónica Nacional, Filarmónica de Buenos Aires, Camerata Bariloche, Sinfónica Nacional de Chile, Sinfónica del SODRE Montevideo y participa como invitado regular del ciclo de música contemporánea del teatro San Martín (Satyricon de Maderna, Medea de Dusapin, Vigilia de Rihm y Oresteïa de Xenakis, 4ta sinfonía de Charles Ives, Sinfonía de Berio y obra integral de Edgar Varèse) y Buenos Aires Lírica (Iphigénie en Tauride, The Rake’s Progress, Serse, Carmen).

Becario del DAAD, Mozarteum Argentino, Fundación Teatro Colón, Bachakademie Stuttgart y Fundación Wagner (Alemania).

Director principal de la Orquesta Nacional Juvenil desde su creación por el Bicentenario Argentino (2010).

Se presenta como uno de los directores invitados principales del Teatro Real de Madrid a partir de la temporada 2010-2011 (Rienzi, Aimadamar, Don Giovanni, Die Eroberung von Mexico).

En Italia ha debutado en el teatro dell’opera di Roma, teatro San Carlo di Napoli, teatro Massimo di Palermo, teatro del Maggio fiorentino di Firenze.

 

 

GEORGE AARON LANCIA IL PROFILO UFFICIALE SU SPOTIFY

 

19060154_10211699005301992_78126893348592192_n

I tempi cambiano ed anche i grandi della musica devono adattarsi al nuovo modo di proporre le proprie canzoni. George Aaron, considerato una vera leggenda vivente della italo-disco, non fa eccezione ed ha lanciato in questi giorni il suo nuovo profilo SPOTIFY ufficiale e verificato.
L’artista vicentino voce di successi indimenticabili è da oggi presente nella piattaforma di musica più importante al mondo con un suo profilo nel quale proporre i successi del passato, i nuovi progetti ed anche qualche inedito per arricchire la discoteca dei propri fans sparsi in tutto il mondo.
Per inaugurare il nuovo profilo SPOTIFY, GEORGE AARON, ha pubblicato alcuni inediti già cliccatissimi dai fans tra i quali i remake di SHAKER SHAKE e di JUST FOR YOU, una versione inedita di SHE’S A DEVIL, alcune registrazioni live di successi come SOMEBODY e ROBIN HOOD e la struggente GOIN TO A TOWN scritta da Rufus Wainwright e portata al successo da George Michael.
Un’ottima occasione per riascoltare uno dei più amati artisti della grande epopea della ITALO DISCO
——————————————————————————————————————-
12311096_10207203864842396_8247476188069405016_n
Considerato tra i padri della ITALO DISCO il genere dance nato in Italia nei primi anni 80 GEORGE AARON è stato voce di molti progetti discografici di successo tra i quali VIDEO con il brano SOMEBODY, TIME con brani come SHAKER SHAKE e DON’T STOP, RAM BAND con la gettonatissima SILENT SMILES ed è la voce del progetto WILLIAM KING con il ballatissimo ROBIN HOOD. Come solista ha realizzati decine di brani tra i quali JUST FOR YOU, SHE’S A DEVIL, SILLY REASON, TWIST IN MY SOBRIETY, HEAVEN e moltissimi altri. Ha all’attivo 5 album ufficiali e recentemente è tornato con un duetto assieme a BOBBY SOLO interpretando il brano RUSSIAN LADIES. HA duettato anche con DEN HARROW, TIZIANA RIVALE, PASCAL (TRANS-X) ANGELO SERETTI e diversi altri artisti. Nel suo studio fanno bella figura i suoi 5 dischi d’oro conquistati in tempi in cui il disco d’oro significava una vendita di oltre 1 milione di dischi. E’ da poco uscito il CD : GREATEST HITS & MORE acquistabile esclusivamente via web dalla pagina ufficiale facebook dell’artista (http://www.facebook.com/georgeaaronlegend) oppure inviando una mail a : management@georgeaaron.net
 19060154_10211699005301992_78126893348592192_n

3^ edizione del Festival Lettera d’Amore.

 

MASSIMILIANO ELIA, KATJA BABORO SINDACO, BARBARA ALBERTI, KRISTINE RAPINOFESTIVAL LETTERA D’AMORE: UNA SERATA DA INCORNICIARE

Torrevecchia Teatina (Chieti) – Serata da incorniciare quella di martedì 8 agosto al Parco del Palazzo del Marchese Valignani di Torrevecchia Teatina, dove, a partire dalle 20 e 30, circa 350 persone hanno assistito alla manifestazione letteraria abruzzese più significativa e qualificata, che si distingue da tutte le altre, non solo in regione, ma anche in campo nazionale, per densità e valore, come ha affermato la vincitrice della diciassettesima edizione del Concorso internazionale Lettera d’amore Barbara Alberti, che si è espressa sulla preziosità e sull’importanza del Museo della lettera d’amore, unico al mondo, ospitato nel Palazzo. Con la sua solita verve scoppiettante, la scrittrice ha incantato e divertito il pubblico descrivendo le lettere che le giungono alla rubrica della posta del cuore. Con l’acconciatura dei capelli avvolta a cercine, in abito crema con banda nera alla “domenicana”, Barbara Alberti si è concessa sandali aperti alla francescana, forse volendo inconsciamente omaggiare il protagonista del suo nuovo romanzo, ispirato dalla vita di Francesco d’Assisi, il cui primo episodio è uscito proprio l’8 agosto sull’Osservatore Romano e proseguirà a puntate, come avveniva a fine Ottocento per i romanzi d’appendice.

La manifestazione si è aperta col crisma dell’internazionalità allorché sono saliti sul palco i Bhangra Boys and girls, formazione di danza orientale del Punjab, comparsa in numerosi film indiani di Bollywood. Protagonista indiscussa della serata è stata la lettera d’amore in tutte le sue declinazioni, così come è stata concepita dai vincitori del concorso. Aissa Sow, che in lingua francese si è espressa ringraziando l’organizzazione, indossava un abito lungo bianco, in Senegal considerato colore del lutto. La donna è stata assistente domiciliare di un anziano a cui dopo la morte ha dedicato una bellissima lettera d’amore e d’addio in italiano, lettera che ha contenuto le sue prime parole scritte nella nostra lingua. Commozione e lacrime del Presidente della giuria Vito Moretti alla lettura del testo della veneziana Katia Enzo, che, cesellando frasi vibranti d’emozione, ha ricordato i giorni indimenticabili condivisi col suo cavallo, fino al suo doloroso abbattimento, in un racconto che ha toccato le corde di tutto l’uditorio.

BHANGRA BOYS AND GIRLS Sigue leyendo

Serena conduce Operaclassica

Serena intervista il soprano Olga Peretyatko Mariotti

 

 

Olga Peretyatko – Mariotti, biography

OLGA PERETYATKO-MARIOTTI

About

Olga Peretyatko-Mariotti, one of the most sought-after sopranos, was born and raised in St. Petersburg, Russia. She started her musical career at the age of 15, singing in the children’s choir of the Mariinsky Theatre. She completed a course as a choirmaster and then enrolled to study singing at the Hanns Eisler-Hochschule für Musik in Berlin. Olga Peretyatko-Mariotti has won several awards in international competitions such as Operalia, the opera competition organized by Plácido Domingo, where she won second prize, and she also recently received in Italy the important recognition of the Premio Franco Abbiati della Critica Musicale Italiana.

From 2005 and 2007 Olga Peretyatko-Mariotti was a member of the opera studio at the Hamburg State Opera. In subsequent years she performed at the Deutsche Oper Berlin, the Berlin and Munich state operas, the Théâtre des Champs-Elysées in Paris, La Fenice in Venice, at the Rossini Opera Festival in Pesaro, and at the Festival La Folle journée de Nantes.

Olga Peretyatko-Mariotti gained international attention as Stravinsky’s Rossignol in the acclaimed Robert Lepage production that premiered in Toronto in 2009, then presented at the Aix Festival in 2010 and subsequently at the Opéra Lyon, the Brooklyn Academy of Music in New York and Netherlands Opera in Amsterdam. She achieved great success in her role debuts as Adina in L’elisir d’amore in Lille, as Lucia in Lucia di Lammermoor at the Teatro Massimo Palermo, as Gilda in Rigoletto at La Fenice in Venice, as well as at the Festival Avenches.

In 2011, Olga Peretyatko-Mariotti debuted successfully as Giulietta (I Capuleti e I Montecchi) in Lyon and Paris. In Lausanne she made her debut in the title role of Handel’s Alcina, and in Amsterdam she had her role debut as Fiorilla (ll Turco in Italia). Substituting for a colleague at the last minute, her performance of Adina in L’elisir d’amore during the Pfingstfestspiele in Baden-Baden was praised, as was her debut at the Deutsche Oper Berlin with Lucia di Lammermoor. She also received the highest acclaim at the Rossini Opera Festival in Pesaro as Matilde di Shabran in summer 2012, a production released on DVD by DECCA.

In 2013 and 2014, Olga Peretyatko-Mariotti’s commitments included the Mozart Weeks, Salzburg Festival (Giunia in Lucio Silla), debuts at the Vienna State Opera, Zurich Opera House (Rigoletto), the Berlin State Opera and La Scala in Milan (Marfa in Die Zarenbraut), and performances at the Deutsche Oper Berlin (Adina in L’elisir d’amore), the Hamburg State Opera (Adina in L’elisir d’amore, Zerbinetta in Ariadne auf Naxos), and her successful debut at the Metropolitan Opera in New York (Elvira in I Puritani). She is also returning to the Festival in Aix-en-Provence and to the Bavarian State Opera in Munich as Fiorilla (Il Turco in Italia), and Amenaide in Tancredi in Moscow (concert), L’Elisir d’amore at the Teatro San Carlo in Naples, and a tour in China with the Orchestre symphonique de Montréal performing Strauss’ Four last songs. Olga Peretyatko-Mariotti also performed for more than 600,000 people at Le Concert de Paris, on 14 July 2014 for the Bastille Day celebrations, by the Eiffel Tower.

In 2015, Olga Peretyatko-Mariotti debuted to rave reviews as Violetta in La Traviata at the Opéra de Lausanne, followed by a new production of the same title at the Festspielhaus in Baden-Baden. She returned to the Vienna State Opera for I Puritani, to La Scala in Milan for Rossini’s Otello, to the Metropolitan Opera in New York for Rigoletto, along with debuts at the Teatro Regio in Turin in I Puritani, at the Tivoli in Copenhagen and at La Monnaie in Bruxelles in L’Elisir d’amore and at the Teatro Real in Madrid in Rigoletto, and she started off into 2016 with a highly successful tour to Baden-Baden, Vienna and Paris (Théatre des Champs-Elysées) performing concerts entirely dedicated to Gioacchino Rossini, as well with a equally successful return to the Vienna Staatsoper with Gilda in Rigoletto and her highly attended debut in her hometown with La Traviata at the Marinsky Theatre conducted by Valerij Gergiev, followed by a spectacular house debut at the Opéra Bastille in Paris in one of her signature roles, Gilda in  Verdi’s Rigoletto.

Autumn 2016 was entirely dedicated to W.A.Mozart, when Olga Peretyatko-Mariotti debuted two highly attended new roles — Donna Anna in Don Giovanni (at the Staatsoper Berlin) and Konstanze in Die Entfuehrung aus dem Serail (at the Oper Zuerich as well as at the Deutsche Oper Berlin). Another exciting role debut will attend the artist already in 2017: Leila in Bizet’s Les Pecheurs des Perles, in a new production at the Staatsoper Berlin, Wim Wender’s first opera staging under the baton of Daniel Barenboim.

Subsequent debuts are on schedule at the New National Theatre in Tokyo, the Opéra de Monte-Carlo and the Royal Opera House Covent Garden, and she will also return in present and upcoming seasons to the Metropolitan Opera in New York, the Vienna State Opera, the Berlin State Opera and the Deutsche Oper Berlin, the Teatro Real in Madrid, La Scala in Milan and the Festspielhaus Baden-Baden, preparing further role debuts like Amina (La Sonnambula), Rosina (Il Barbiere di Siviglia), Norina (Don Pasquale), Anna Bolena and Maria Stuarda (title roles) and all four roles (Olympia-AntoniaGiulietta-Stella) in Les Contes d’Hoffmann, Mathilde in Rossini’s Guillaume Tell, but also Pamina in Mozart’s The Magic Flute as well as Contessa in Mozart’s Le Nozze di Figaro.

Besides her opera career, Olga Peretyatko-Mariotti performs regularly in recitals and concerts throughout the world. She also performed for more than 600,000 people at Le Concert de Paris, on 14 July 2014 for the Bastille Day celebrations, by the Eiffel Tower.

She has an exclusive recording contract with Sony Classical. Her first solo CD La Bellezza del Canto with arias from Rossini, Verdi, Donizetti, Massenet and Puccini was released in 2011, and her second recording Arabesque has been released in 2013, both to critical acclaim. Her third album, entirely dedicated to Gioacchino Rossini, Rossini!, was  released in autumn 2015,  earning rave reviews and recently winning the prestigious Echo Classic Award in Germany for the Вest album of opera arias.

Fonte: sito ufficiale, official website of Olga Peretyatko Mariotti

20731385_1541318395914571_1011839185_n

FESTIVAL DELLA LETTERA D’AMORE 7-8 AGOSTO

 

BHANGRA BOYS

III EDIZIONE FESTIVAL DELLA LETTERA D’AMORE

TORREVECCHIA TEATINA (ABRUZZO)

7-8 agosto 2017

Festival unico in Italia, il festival della lettera d’amore si svolge in Abruzzo, nell’incantevole scenario del Parco dei giovani “S. Karol Woytjla” – il più esteso tra i parchi europei dedicati al Santo Papa polacco – annesso al Palazzo settecentesco del Marchese Valignani in Torrevecchia Teatina, paese dai ritmi lenti, rispettoso dei tempi della vita, nel cuore della regione adriatica, dove sarà possibile trascorrere due serate all’insegna dell’amore. Per assecondare il gusto di divertirvi e di commuovervi, all’ascolto della lettura dei testi, entrando nello spirito e nel cuore degli autori che ancora si dedicano alla scrittura della lettera d’amore, rischierete di innamorarvi come adolescenti, più volte di seguito, senza misura.

Lunedì 7 agosto alle 21 nel Parco del settecentesco Palazzo Valignani ove ha sede il Museo della Lettera d’Amore, museo unico al mondo, sarà presentato in anteprima nazionale il nuovo vino della Cantina Sincarpa “Lettera d’Amore”.

Alle 21 e 30, concerto del gruppo “ETRA The Acoustic Trio” composto da Lorenzo Di Marcoberardino alla chitarra, Simona Capozucco alla voce, Roberto Di Marco alle percussioni.

ETRA The Acoustic Trio” è una formazione che nasce dall’esperienza e quindi dalla fusione di vari stili musicali, vari percorsi artistici derivanti dal bagaglio che ogni musicista ha sulle proprie spalle. In questo progetto si mescolano jazz, blues, pop, flamenco e musica sud americana attraverso la ricerca melodico-ritmica-armonica, dando vita ad un mix di colori musicali. Il repertorio spazia da artisti internazionali come Sting, Pino Daniele, Michael Jackson, Lucio Dalla, fino a giungere alle sonorità di pilastri come Antonio Carlos Jobim ed altri. Ovviamente il tutto riarrangiato con un sound nuovo e raffinato per proporre un concerto coinvolgente sotto ogni punto di vista.

Martedì 8 agosto alle 20 e 30 si svolgerà la cerimonia di premiazione del Concorso Lettera d’amore, giunto alla XVII edizione, di cui sarà ospite d’attrazione la compagine di danza orientale “Bhangra Boys and Girls”, comparsa in diversi film di Bollywood. In questa danza, molto gioiosa e festosa, i residenti del Punjab indiano esprimono l’amore per la loro terra. Ad introdurre la compagnia sarà il Presidente dell’Associazione “Vivere con Gioia” Michele Meomartino.

Presenteranno Massimiliano Elia e Kristine Rapino. La scrittrice Franca Minnucci parlerà della sua ultima curatela, riguardante la raccolta delle lettere di Gabriele D’Annunzio a Luisa De Benedictis, la madre.

La giuria presieduta da Vito Moretti e composta da Massimo Pamio e Massimo Pasqualone si è espressa favorevolmente sulla qualità dei testi in gara. Vincitrice del primo premio è risultata Barbara Alberti, che ha preceduto al secondo posto ex aequo Laura D’Angelo e Michela Bresciani, al terzo Therry Ferrari.

Barbara Alberti è nata in Umbria e vive a Roma, dove si è laureata in filosofia. È scrittrice, giornalista e sceneggiatrice, autrice di romanzi, saggi e biografie fantastiche. Impegnata anche in ambito cinematografico, ha firmato le sceneggiature di pellicole quali Il portiere di notte (1974) per la regia di Liliana Cavani, e Melissa P (2005) diretto da Luca Guadagnino. Tra i suoi romanzi e saggi, ricordiamo il picaresco Memorie malvage (1976), il meditativo Vangelo secondo Maria (1979), prove venate di umorismo e provocazione come Il signore è servito (1983), Povera bambina (1988), Parliamo d’amore (1989), Delirio e Gianna Nannini da Siena, entrambe del 1991, e Il promesso sposo (1994), un gustoso profilo dedicato al critico d’arte Vittorio Sgarbi e presentato sotto le spoglie di un’autobiografia “mancata”. Di genere umoristico è La donna è un animale stravagante davvero: ottanta ritratti ingiusti e capricciosi (1998), nel quale la Alberti ha rappresentato un Don Giovanni immaginario con accanto alcune figure femminili note della sua generazione. Nel 2003 ha pubblicato Gelosa di Majakovskij, romanzo ispirato dalla vita del celebre poeta (per il quale, nello stesso anno, ha ricevuto il Premio Alghero Donna, e Il principe volante, in cui ha raccontato con malizia e amorevolezza la vita di Antoine de Saint-Exupéry, mentre nel 2006 il libro di racconti Il ritorno dei mariti.

Il festival è patrocinato dall’Amministrazione Comunale retta dal Sindaco Avv. Katja Baboro, dal Museo della Lettera d’Amore e dall’Associazione Culturale AbruzziAMOci

ETRA THE ACOUSTIC TRIO

Serena conduce Operaclassica

 

Michele Mariotti, direttore d’orchestra

 

MICHELE MARIOTTI, DIRETTORE DORCHESTRA

BIOGRAFIA

Michele Mariotti è Direttore Musicale del Teatro Comunale di Bologna dal 2014.
Pesarese, ha concluso gli studi umanistici e si è diplomato in composizione al Conservatorio Rossini della sua città, dove ha anche studiato direzione d’orchestra sotto la guida di Manlio Benzi. Contemporaneamente si è diplomato col massimo dei voti e la lode presso l’Accademia Musicale Pescarese con Donato Renzetti.

Nel 2005 ha fatto il suo debutto nel teatro di Salerno dirigendo Il barbiere di Siviglia. Nel 2007 ha inaugurato, con il Simon Boccanegra di Verdi, la stagione del Comunale di Bologna, Teatro in cui è stato Direttore principale dal 2008 fino alla nomina a Direttore Musicale nel 2014. In questi anni a Bologna ha diretto inoltre I puritani, La gazza ladra, Idomeneo, Carmen, Risorgimento Il prigioniero, La cenerentola, La traviata, Le nozze di Figaro, Norma, Nabucco, Così fan tutte, Guillaume Tell, Un ballo in maschera, il Flauto magico, Attila, Werther e i Requiem di Mozart e di Verdi, oltre a numerosi concerti sinfonici. Ha guidato l’Orchestra e il Coro del Comunale di Bologna in tournée a Tokyo (I puritani Carmen) e recentemente a Torino per l’inaugurazione della stagione di Lingotto Musica.

Ha diretto nei principali teatri d’opera italiani ed internazionali fra cui La Scala di Milano, il Regio di Torino, il San Carlo di Napoli, il Massimo di Palermo, il Comunale di Firenze, al Rossini Opera Festival di Pesaro, al Festival Verdi di Parma, lo Sferisterio di Macerata, il Metropolitan di New York, l’Opera House Covent Garden di Londra, l’Opéra di Parigi, la Lyric Opera di Chicago, l’Opera di Los Angeles, al Festival di Wexford e all’Opera di Wallonie, tra gli altri.

In ambito sinfonico ha diretto l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, l’Orchestre National de France, i Munchner Symphoniker, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, la Toscanini di Parma, I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, la Essener Philharmoniker, l’Orchestra Haydn, all’Auditorium del Lingotto di Torino, al Festival di Perelada, al Liceu di Barcellona, al Teatro Real di Madrid, al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, al Festival di Radio France a Montpellier e al Festival de Saint Denis.

Con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna ha inciso per la Decca con Juan Diego Flórez e per la Sony con Nino Machaidze.

Mariotti è stato recentemente protagonista, con successo, di opere come I due Foscari alla Scala di Milano, La traviata all’Opéra di Parigi, Les Huguenotsalla Deutsche Oper di Berlino, Semiramide alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera e in concerto con i Münchner Symphoniker.

Altri suoi recenti impegni: il dittico La voix humaine/Cavalleria rusticana eLucia di Lammermoor  a Bologna, oltre che concerti sinfonici a Torino, Piacenza, Parma e Napoli.

I suoi prossimi progetti includono: il debutto al Festival di Salisburgo con I due Foscari in forma di concerto, La forza del destino all’Opera di Amsterdam, Lucia di Lammermoor alla Royal Opera House di Londra, La bohèmeDon Carlo Don Giovanni al Comunale di Bologna, Orphée et Eurydice al Teatro alla Scala, I Lombardi alla prima crociata al Regio di Torino e La donna del lago all’Opéra de Wallonie di Liegi.

L’Associazione Nazionale Italiana Critici Musicali gli ha assegnato il 36° Premio Abbiati come Miglior direttore d’orchestra del 2016.

MICHELE MARIOTTI, CONDUCTOR

BIOGRAPHY

Musical Director of the Teatro Comunale di Bologna since 2014, Michele Mariotti was born in Pesaro.

Following his classical studies he obtained a degree in music composition at the Rossini Conservatoire in Pesaro and a degree in orchestra conducting at the Accademia Musicale Pescarese with full marks and honor under the guidance of Donato Renzetti.

In September 2005 he made is operatic debut conducting Rossini’s Il barbiere di Siviglia in Salerno, Italy. In November 2007 he has conducted Simon Boccanegra for the opening of the season 2007/2008 at the Teatro Comunale in Bologna. Following the success of such production he was nominated Principal Conductor of Bologna’s Orchestra del Teatro Comunale (from 2008 to 2014), where he has to date conducted I puritani, La gazza ladra, Idomeneo, Carmen, Risorgimento and Il prigioniero, La cenerentola, La traviata, Le nozze di Figaro, Norma, Nabucco, Così fan tutte, Guillaume Tell, Un ballo in maschera, Die Zauberflöte, Attila, Werther, Verdi’s and Mozart’sRequiem and numerous concerts. He has led Bologna’s Chorus and Orchestra in Tokyo (I puritani and Carmen) and recently in Turin for the opening season concert of “Lingotto Musica”.

He has conducted at La Scala in Milan, at Turin’s Teatro Regio, at Teatro San Carlo in Naples, at Teatro Massimo in Palermo, at Teatro Comunale in Florence, at Pesaro’s Rossini Opera Festival, at Verdi’s Festival in Parma, at the Sferisterio in Macerata, at New York’s Met, at London’s Royal Opera House Covent Garden, at Paris Opéra, at Chicago’s Lyric Opera, at Los Angeles Opera, at Wexford’s Festival (Don Gregorio) and at Wallonie Opera, among others.

He has conducted concerts with Gewandhausorchester Leipzig, Orchestre National de France,  Münchner Symphoniker, Turin’s Rai National Symphony Orchestra, Parma’s Toscanini Orchestra, Milan’s I Pomeriggi Musicali, Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, Orchestra Haydn, Orchestra of Teatro San Carlo, Essener Philharmoniker, at Turin’s Auditorium del Lingotto, at the Perelada Festival, at Barcelona’s Liceu, at Madrid’s Teatro Real, at the Théâtre des Champs-Elysées in Paris, at the Radio France Festival in Montpellier and at the Saint-Denis Festival.

Among his recent engagements are: I due Foscari at Milan’s La Scala, La traviata at Paris Opéra, Les Huguenots at Berlin’s Deutsche Oper, Semiramideat the Bayerische Staatsoper in Munich, La voix humaine/Cavalleria rusticana and Lucia di Lammermoor in Bologna and concerts with the Münchner Symphoniker.

In the summer/fall 2017 he will conduct I due Foscari at the Salzburg Festival, La forza del destino at De Nationale Opera in Amsterdam and Lucia di Lammermoor at the Royal Opera House in London. In 2018 he will be leading La bohèmeDon Carlo and Don Giovanni in Bologna, Orphée et Eurydice at La Scala in Milan, I Lombardi alla prima crociata at Turin’s Teatro Regio and La donna del lago at Opéra de Wallonie in Liège.

Mariotti has received the 36th “Premio Abbiati” as best conductor of 2016.

With the Orchestra of Teatro Comunale di Bologna he has recorded CDs with Juan Diego Flórez under Decca and Nino Machaidze under Sony.

FONTE SITO UFFICIALE DEL MAESTRO MARIOTTI www.mariotticonductor.com 

Un nuova singolo per il cantante friulano Angelo Seretti

 

18767697_10211624432237712_1990917961861279325_n

E’ uscito infatti in questi giorni ”Sway remix 2017”. Dopo i successi ottenuti negli anni scorsi,Angelo Seretti che canta in 5 lingue è stato infatti in classifica radio nazionale per ben due anni di seguito. Anzi è anche riuscito ad entrare nelle classifiche radio di diverse emettenti anche in Europa.Sono seguite numerose apparizioni televisive insieme ad altri nomi importanti del panorama musicale internazionale quali: Bobby Solo,Amedeo Minghi,I cugini di campagna e molti altri.Ha anche duettato con la star della italodisco George Aaron nella canzone ”Let it be me” che è stata trasmessa anche negli Stati Uniti ed in Messico.

MILLE VOCI-299

Un bel risultato ottenuto con tanta passione e costanza.

Ora,Angelo Seretti ha appena lanciato il suo nuovo singolo estivo ”Sway remix 2017”.

Il pezzo ,già in disponibile  su tutte le e store,che riprende un classico della musica swing. E’ stato riarragiato in chiave ”dance” dal famoso DJ producer Pierluigi Cerin di Sensorama TV. La registrazione della voce è invece stata curata da Master Studio di Massimo Passon uno dei più importanti studi del nord Italia.

MILLE VOCI-23

Su you tube è inoltre possible guardare il video.

Angelo Seretti che si esibisce spesso per cause benefiche è sempre in movimento e sta ora preparando un’album che sarà pubblicato tra qualche mese.Si parla anche di una collaborazione con un famoso artista più volte vincitore di Sanremo.

17198523_10210936373232773_437019251_n

Macerata Opera Festival, Sferisterio: Aida, 11 e 14 agosto, per i comuni del cratere sismico

AIDA1

 

Lo Sferisterio per il territorio

L’11 e il 14 agosto il Comune e la Provincia di Macerata invitano i sindaci e i cittadini delle zone colpite dal terremoto per una serata di opera

Per scaricare le fotografie di Aida allo Sferisterio (2017)
https://www.dropbox.com/sh/linjlal761vqlyx/AACFOtT7ekipKps9CNbTIxJ1a?dl=0

Due serate all’insegna della solidarietà (11 e 14 agosto) per le popolazioni del maceratese colpite dal sisma: il Comune e la Provincia, in collaborazione con l’Associazione Arena Sferisterio e il sostegno dell’azienda Vemac, hanno deciso di accogliere in occasione dell’Aida al Macerata Opera Festival una rappresentanza di tutta la popolazione che lo scorso anno ha vissuto il dramma del terremoto, forti della convinzione che la musica e la cultura in genere sono alla base delle azioni per la ripresa delle attività quotidiane e per la ricostruzione.

Il Sindaco di Macerata, Romano Carancini, e il Presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari, attraverso i sindaci dei comuni del cratere, accoglieranno simbolicamente il territorio colpito dal terremoto allo Sferisterio per condividere la soddisfazione e l’orgoglio per i risultati dell’attuale stagione del Macerata Opera Festival, una manifestazione che pone le Marche al centro dell’interesse turistico e culturale internazionale sia durante le serate di spettacolo nel singolare e affascinante spazio dello Sferisterio, sia nelle numerose attività collaterali del Festival OFF.

“Saranno bellissimi momenti di condivisione fra le istituzioni, ma prima di tutto fra le persone – sottolinea il sindaco di Macerata Romano Carancini –. Vogliamo vivere insieme al territorio l’ultima notte del Macerata Opera Festival 2017, confidando che la paura dei mesi scorsi resti fuori dagli archi dello Sferisterio, per testimoniare quanto siamo uniti”.

“Con gli appuntamenti dell’11 e 14 agosto – dichiara il presidente della provincia Antonio Pettinari – vogliamo rafforzare il coinvolgimento di tutto il territorio in quella che è la manifestazione estiva per eccellenza del capoluogo, attraverso la quale lanciare un messaggio di speranza, che si unisce alla nostra volontà di ripartire. Le parole d’ordine sono: solidarietà, coesione e vicinanza”.

Saranno quindi due i momenti principali, concentrati significativamente alla fine del festival per un abbraccio conclusivo che possa segnare l’edizione 2017 del Festival.
La prima data è quella dell’11 agosto, per l’ormai consueta serata dei Sindaci del maceratese, che assume anor più un significato di coesione per il territorio dopo il terremoto dello scorso anno. A sostenere l’iniziativa è la società Atlantico, operante nel settore dell’energia rinnovabile e del risparmio energetico che, oltre a curare il progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica di Macerata, ha deciso di partecipare alla 53° stagione operistica maceratese attraverso Art Bonus, dimostrando la sua vicinanze alle Marche.

La seconda è invece rivolta alle comunità residenti nella zona rossa della regione. La volontà del Comune e della Provincia, come anche del Festival, è quella di dedicare l’ultima serata di questa edizione 2017 ai cittadini terremotati come gesto di affetto e solidarietà. Saranno messi a disposizione circa 500 biglietti per lo spettacolo di Aida del 14 agosto in una quantità definita secondo la popolazione del comune (10 biglietti fino a 5.000 abitanti, 16 biglietti fino a 10.000 abitanti, 24 biglietti oltre i 10.000 abitanti).
Grazie al sostegno dell’azienda Vemac, i biglietti per questa causa sono totalmente gratuiti e sarà inoltre organizzato un servizio di navette ad hoc per coloro che prenderanno parte all’evento. Nata a Pescara nel 1976, Vemac è oggi leader in Abruzzo e Marche nella vendita di materiali per l’edilizia, con 10 magazzini e 4 showroom dedicati alle finiture, in particolare piastrelle, arredo bagno e infissi. Nel maggio 2017, Vemac è entrata a far parte del gruppo Eternedile, nato nel 1949, che è diventato in questo modo uno dei più importanti in Italia, grazie alla capillare distribuzione con 37 magazzini per l’edilizia e 11 showroom.

“La scelta di organizzare queste iniziative per il territorio nelle serate conclusive del Festival – precisa il sovrintendente Luciano Messi – rinnova il ruolo di catalizzatore dello Sferisterio, attorno al quale in questo caso si aggregano Atlantico e Vemac. È grazie all’impegno di questo partner che possiamo offrire questo contingente di biglietti omaggio alla popolazione del cratere. Siamo particolarmente soddisfatti che al segnale forte che lanciato dallo Sferisterio, fa sempre eco una risposta altrettanto forte di aziende e privati”.

“Quando il terremoto ha colpito questa terra – ricorda il direttore artistico Francesco Micheli – subito abbiamo cercato di capire cosa avremmo potuto fare. Oggi è bello constatare che in un anno cosi difficile il Macerata Opera Festival dimostra di godere di ottima salute e di essere il maggior momento di rinascita. Sono particolarmente felice che quel sto abbraccio collettivo coinciderà con Aida della quel curo la regia. Nella vicenda verdiana di questa ragazza etiope inconsapevolmente c’è il racconto di tanti uomini e donne, tante persone che nei mesi scorsi hanno dovuto lasciare forzatamente la propria terra, i propri borghi incantevoli per andare verso il mare, come Aida aveva lasciato la sua terra rigogliosa verso la sabbia del deserto egiziano. Nell’aria “O cieli azzurri” sembra che riecheggino i versi leopardiani e il paesaggio dei Sibillini. Richiamare i sindaci e i cittadini di questi paesi ci sembra una sorta di rito di riconciliazione tra noi e il territorio. Questo è il secolo che ci ha insegnato che non di soli beni materiali vive l’uomo e lo Sferisterio ci sembra un ottimo luogo dove poter trarre nutrimento per la nostra anima, così come dichiaravamo all’inizio di questo triennio operistico”

AIDA2

Macerata, 29 luglio 2017

Anna Pisani
Responsabile UO Comunicazione – Web
tel. 0733 256236

 AIDA3

Da: “Floriana Tessitore” <ufficiostampa@sferisterio.it>
A: “anna pisani” <anna.pisani@comune.macerata.it>
Inviato: Sabato, 29 luglio 2017 17:02:46
Oggetto: Aida 11 e 14 agosto per i comuni del cratere

Lo Sferisterio per i comuni del cratere
View this email in your browser
comunicato stampa

 

Lo Sferisterio per il territorio

L’11 e il 14 agosto il Comune e la Provincia di Macerata invitano i sindaci e i cittadini delle zone colpite dal terremoto per una serata di opera

Per scaricare le fotografie di Aida allo Sferisterio (2017)
https://www.dropbox.com/sh/linjlal761vqlyx/AACFOtT7ekipKps9CNbTIxJ1a?dl=0

Due serate all’insegna della solidarietà (11 e 14 agosto) per le popolazioni del maceratese colpite dal sisma: il Comune e la Provincia, in collaborazione con l’Associazione Arena Sferisterio e il sostegno dell’azienda Vemac, hanno deciso di accogliere in occasione dell’Aida al Macerata Opera Festival una rappresentanza di tutta la popolazione che lo scorso anno ha vissuto il dramma del terremoto, forti della convinzione che la musica e la cultura in genere sono alla base delle azioni per la ripresa delle attività quotidiane e per la ricostruzione.

Il Sindaco di Macerata, Romano Carancini, e il Presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari, attraverso i sindaci dei comuni del cratere, accoglieranno simbolicamente il territorio colpito dal terremoto allo Sferisterio per condividere la soddisfazione e l’orgoglio per i risultati dell’attuale stagione del Macerata Opera Festival, una manifestazione che pone le Marche al centro dell’interesse turistico e culturale internazionale sia durante le serate di spettacolo nel singolare e affascinante spazio dello Sferisterio, sia nelle numerose attività collaterali del Festival OFF.

“Saranno bellissimi momenti di condivisione fra le istituzioni, ma prima di tutto fra le persone – sottolinea il sindaco di Macerata Romano Carancini –. Vogliamo vivere insieme al territorio l’ultima notte del Macerata Opera Festival 2017, confidando che la paura dei mesi scorsi resti fuori dagli archi dello Sferisterio, per testimoniare quanto siamo uniti”.

“Con gli appuntamenti dell’11 e 14 agosto – dichiara il presidente della provincia Antonio Pettinari – vogliamo rafforzare il coinvolgimento di tutto il territorio in quella che è la manifestazione estiva per eccellenza del capoluogo, attraverso la quale lanciare un messaggio di speranza, che si unisce alla nostra volontà di ripartire. Le parole d’ordine sono: solidarietà, coesione e vicinanza”.

Saranno quindi due i momenti principali, concentrati significativamente alla fine del festival per un abbraccio conclusivo che possa segnare l’edizione 2017 del Festival.
La prima data è quella dell’11 agosto, per l’ormai consueta serata dei Sindaci del maceratese, che assume anor più un significato di coesione per il territorio dopo il terremoto dello scorso anno. A sostenere l’iniziativa è la società Atlantico, operante nel settore dell’energia rinnovabile e del risparmio energetico che, oltre a curare il progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica di Macerata, ha deciso di partecipare alla 53° stagione operistica maceratese attraverso Art Bonus, dimostrando la sua vicinanze alle Marche.

La seconda è invece rivolta alle comunità residenti nella zona rossa della regione. La volontà del Comune e della Provincia, come anche del Festival, è quella di dedicare l’ultima serata di questa edizione 2017 ai cittadini terremotati come gesto di affetto e solidarietà. Saranno messi a disposizione circa 500 biglietti per lo spettacolo di Aida del 14 agosto in una quantità definita secondo la popolazione del comune (10 biglietti fino a 5.000 abitanti, 16 biglietti fino a 10.000 abitanti, 24 biglietti oltre i 10.000 abitanti).
Grazie al sostegno dell’azienda Vemac, i biglietti per questa causa sono totalmente gratuiti e sarà inoltre organizzato un servizio di navette ad hoc per coloro che prenderanno parte all’evento. Nata a Pescara nel 1976, Vemac è oggi leader in Abruzzo e Marche nella vendita di materiali per l’edilizia, con 10 magazzini e 4 showroom dedicati alle finiture, in particolare piastrelle, arredo bagno e infissi. Nel maggio 2017, Vemac è entrata a far parte del gruppo Eternedile, nato nel 1949, che è diventato in questo modo uno dei più importanti in Italia, grazie alla capillare distribuzione con 37 magazzini per l’edilizia e 11 showroom.

“La scelta di organizzare queste iniziative per il territorio nelle serate conclusive del Festival – precisa il sovrintendente Luciano Messi – rinnova il ruolo di catalizzatore dello Sferisterio, attorno al quale in questo caso si aggregano Atlantico e Vemac. È grazie all’impegno di questo partner che possiamo offrire questo contingente di biglietti omaggio alla popolazione del cratere. Siamo particolarmente soddisfatti che al segnale forte che lanciato dallo Sferisterio, fa sempre eco una risposta altrettanto forte di aziende e privati”.

“Quando il terremoto ha colpito questa terra – ricorda il direttore artistico Francesco Micheli – subito abbiamo cercato di capire cosa avremmo potuto fare. Oggi è bello constatare che in un anno cosi difficile il Macerata Opera Festival dimostra di godere di ottima salute e di essere il maggior momento di rinascita. Sono particolarmente felice che quel sto abbraccio collettivo coinciderà con Aida della quel curo la regia. Nella vicenda verdiana di questa ragazza etiope inconsapevolmente c’è il racconto di tanti uomini e donne, tante persone che nei mesi scorsi hanno dovuto lasciare forzatamente la propria terra, i propri borghi incantevoli per andare verso il mare, come Aida aveva lasciato la sua terra rigogliosa verso la sabbia del deserto egiziano. Nell’aria “O cieli azzurri” sembra che riecheggino i versi leopardiani e il paesaggio dei Sibillini. Richiamare i sindaci e i cittadini di questi paesi ci sembra una sorta di rito di riconciliazione tra noi e il territorio. Questo è il secolo che ci ha insegnato che non di soli beni materiali vive l’uomo e lo Sferisterio ci sembra un ottimo luogo dove poter trarre nutrimento per la nostra anima, così come dichiaravamo all’inizio di questo triennio operistico”

Macerata, 29 luglio 2017

Floriana Tessitore – Skill&Music | Responsabile Ufficio Stampa | +39 3387339981
Carlo Scheggia | Ufficio Stampa Istituzionale e locale | +39 3398775717
ufficiostampa@sferisterio.it
Associazione Arena Sferisterio – Teatro di Tradizione | Via S. Maria della Porta, 65 – 62100 Macerata
info@sferisterio.it | www.sferisterio.it | tel. +39 0733261334-5 | fax +39 0733261499

Sigue leyendo

Musicarte nel parco 2017

gabry

25 luglio 2017

MUSICARTE NEL PARCO 2017 – XXII Edizione
Pescara – Aurum Sala Flaiano – 24 Luglio/11 Settembre 2017

PESCARA – Ha preso il via ieri sera con un Galà di danza classica – suite “Cenerentola” di S. Prokofiev, coreografie di Ludovica Veronica Serafini, con la partecipazione di ballerini diplomati all’Accademia nazionale di danza di Roma – la XXII edizione di Musicarte nel Parco 2017, manifestazione ideata dalla musicista Maria Gabriella Castiglione, che ne cura la direzione artistica sin dall’esordio. Il Festival si avvale da anni del prestigioso riconoscimento della Presidenza della Repubblica. Un ricco cartellone di concerti ed eventi contrappunterà il Festival.  Tutti i concerti, con inizio alle 21:15, sono ad ingresso libero, con offerta simbolica di 2 euro. Così annota la direttrice artistica Maria Gabriella Castiglione, mutuando una riflessione di David Ackert.

Cantanti e Musicisti sono fra le persone più forti e coraggiose sulla faccia della terra. In un solo anno affrontano il rifiuto quotidiano da parte delle persone in misura maggiore di quello che gli altri vivono in un’intera vita. Ogni giorno affrontano la sfida finanziaria di vivere uno stile di vita freelance, la mancanza di rispetto della gente che pensa che dovrebbero trovarsi un lavoro vero, e la loro stessa paura di non lavorare più in futuro. Ogni giorno, devono ignorare la possibilità che la visione a cui hanno dedicato la propria vita sia un sogno irrealizzabile. Con ogni nota espongono se stessi, emotivamente e fisicamente, rischiando critiche e giudizi. Ogni anno che passa, molti di loro guardano come i loro coetanei raggiungono gli obiettivi di una vita normale – la macchina, la famiglia, la casa, i risparmi. Perché? Perché musicisti e cantanti sono disposti a dare la loro intera vita ad un solo momento, a quella melodia, a quella frase, a quell’accordo o a quell’interpretazione che toccherà l’anima del pubblico. Cantanti e Musicisti sono persone che hanno assaporato il succo della vita in quel momento cristallino in cui hanno fatto uscire il loro spirito creativo e hanno toccato il cuore di qualcun altro. In quell’istante erano più vicini alla magia, a Dio e alla perfezione di quanto chiunque altro avrebbe mai potuto. E nei loro cuori, sanno che dedicarsi a quel momento vale più di mille vite intere.”

MUSICARTE NEL PARCO 2017 XXII edizione – AURUM sala Flaiano – parco D’Avalos – Pescara

24 Luglio –lunedì Galà di danza classica

suite “Cenerentola” di S. Prokofiev – Coreografie: Ludovica Veronica Serafini

con la partecipazione di ballerini diplomati all’Accademia nazionale di danza di Roma

25 Luglio – martedì – I° parte: “Anima carioca duo” – presentazione cd

Mirco Bussi – clarinetto Fabio Selvini – chitarra

II° parte: Coro “Harmonia mundi” diretto dal M° E. Fusco – Voce Patrizia Starinieri

5 Agosto – sabato – Coro “Francesco Paolo Tosti” di Francavilla al Mare

diretto dal M° Loretta D’ Intino

6 Agosto – domenica – “Coro Colline Verdi Teatine” di S.Giuliano Teatino

diretto dal M° Giuliano Di Beradino fisarmonica: Diana Baboro, basso: Eugenio Surricchio

7 Agosto – lunedì – h19:“I giovani pianisti dell’associazione MusicArte

Concerto di musica classica e moderna per pianoforte

9 agosto – mercoledì – Recital di pianoforte – direzione Maria Gabriella Castiglione

10 Agosto – giovedì – “Teate clarinet ensemble

Rocco Masci,Mariano Aquilano,Ricky Orlando,Leontino Iezzi – clarinetti

22 Agosto – martedì – “Recital di fisarmoniche

Manuel Marcheggiani- fisarmonica Giuseppe Falco-fisa jazz,

Andrea Di Giacomo-fisa elettrica –direzione M°Renzo Ruggieri

28 Agosto – lunedì – Professione Danza di Michela Sartorelli presenta:

La Bayadere”- Musica di Ludwig Minkus

coreografie: Marius Petipa, Michela Sartorelli,Nicolò Noto

1 Settembre– venerdì – Spettacolo focloristico gruppo:Giuseppe Di Pasquale- proloco Pescara

5 settembre – martedì – “Suoni in…cantati” Coro “Incanto teatino” di

Torrevecchia Teatina diretto dal M° Anna Tilde D’Anastasio

pianoforte:Aurora Merciaro sax:Alessia Mincone Fisarmonica:Francesco Monaco

9 Settembre– sabato – “L’ECOLE de DANCE “ Accademia di danza di Chieti

presenta: “Les Sylphides” – musica di F. Chopin e II° parte “Omaggio a Franz Schubert

Coreografie: M. Fokine, Regina Salvatore,Cristina Squartecchia

10 Settembre – domenica – “Canti della nostra tradizione”

Le VOCI DELLE VILLE di Ortona” direttore: Rosanna Meletti

fisarmonica:Daniele Iacovella – Piano Mauro D’Alfonso voci Gioia Granata, Daniele Di Nunzio

11 Settembre – lunedì – Spettacolo di Teatro-Danza: “PINOCCHIO

regia Delia Montebello, aiuto regia: Lina Bortolazzi Dir.art: Rita Di Giovanni

a cura di “L’isola di Amantani” –associazione onlus e palestra “New Dragonda”

Direzione artistica : Maria Gabriella Castiglione

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.15 – ingresso offerta di euro 2