Archivo de la categoría: Serena conduce Operaclassica

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

Serena intervista Goran Juric, basso 

Goran Juric, basso

Biografia

Sull’artista

Goran Jurić, giovane basso croato nato nel 1983 nella città di Karlovac, vive a Monaco di Baviera dove dalla stagione 2011/2012 fa parte dell’ensemble della Bayerische Staatsoper.

Educazione

Ha studiato canto presso l’Accademia di Musica dell’Università di Zagabria sotto la guida di Vlatka Oršanić e presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Zagabria si è specializzato in fonetica generale, lingua e letteratura italiana.

Oltre al percorso di studi tradizionali, ha seguito molti corsi e masterclass con celebri insegnanti e musicisti (Gerhard Zeller, Philip Pickett, Roberto Scandiuzzi…) Nell’estate del 2011 ha partecipato al Young Singers’ Project del Festival salisburghese.

Esperienza

Dal 2008 ha cantato al Teatro Nazionale Croato di Zagabria: Plutone e Caronte ne L’Orfeo di Monteverdi, Sarastro ne Il flauto magico di Mozart, Solimano il Magnifico in Nikola Šubić Zrinjski di de Zajc. Nel 2011 ha debuttato nel ruolo del Gran Sacerdote di Belo nella nuova produzione di Nabucco di Verdi al Teatro dell’opera di Roma diretto dal M° Riccardo Muti e al Teatro La Fenice a Venezia nel ruolo del Commendatore nel Don Giovanni di Mozart. È tornato alla Fenice nella primavera 2012 come Colline ne La Bohème di Puccini.

Dal 2011 come solista della Bayerische Staatsoper a Monaco di Baviera si è esibito nei ruoli di Colline, Don Fernando in Fidelio di Beethoven con M° Zubin Mehta, Biterolf in Tannhäuser di Wagner con M° Kent Nagano, Il Re in Aida di Verdi, Capellio ne I Capuleti e i Montecchi di Bellini, Banco nel Macbeth di Verdi con M° Massimo Zanetti, Il Frate nel Don Carlo di Verdi con M° Zubin Mehta, Commendatore, Ferrando ne Il trovatore di Verdi con M° Paolo Carignani, Timur in Turandot di Puccini…

Nel repertorio concertistico si è esibito in Les noces di Stravinskij con M° David Zinman a Zurigo, come Frère Dominique in Jeanne d’Arc au Bûcher di Honegger, in Dettingen Te Deum e Messia di Händel, Te Deum di Charpentier, Requiem di Mozart, Nelson Messe di Haydn, Membra Iesu Nostri di Buxtehude, Muslikalische Exequien di Schütz, come Fedor Basmanov in Ivan il Terribile di Prokof’ev e in Weihnachts-Oratorium di Bach. Nel gennaio 2012 ha cantato con successo concerti lirici ad Amburgo e all’Alte Oper di Francoforte sul Meno.

Premi

2005

Primo premio al Concorso Nazionale degli studenti di musica e danza, Dubrovnik, Croazia.

2010

Secondo premio ed altri premi speciali del Teatro nazionale slovacco a Bratislava e del Teatro nazionale ceco a Praga, Concorso internazionale Mikuláš Schneider-Trnavský, Trnava, Slovacchia

2010

Primo premio, Concorso internazionale Iris Adami Corradetti, Padova, Italia

2012

Vincitore del premio Ivo Vuljević per il miglior giovane musicista croato dell’anno.

Goran Juric, bass

Biography

About the artist

Young bass Goran Jurić was born on 6 May 1983, in the city of Karlovac in Croatia. An active opera, oratorio and concert singer, he has lived in Munich since the beginning of the 2011/12 season, where he belongs to the ensemble of the Bayerische Staatsoper.

Education

Goran completed a Master’s degree in Opera Studies at the Academy of Music, University of Zagreb under the tuition of Vlatka Oršanić. He is also completing his second Master’s degree in Phonetics and Italian Language and Literature at the Faculty of Humanities and Social Sciences, University of Zagreb.

He started his music education at the School of Music in Karlovac, studying flute and solo singing (under the tutelage of Radmila Bocek). He continued with secondary music education at the School of Music Vatroslav Lisinski in Zagreb, studying with Bojan Pogrmilović.

In addition to his regular education, he has completed a number of professional courses, seminars and master classes with renowned musicians and voice coaches including Gerhard Zeller, Philip Pickett and Roberto Scandiuzzi. In the summer of 2011 he participated in the Young Singers’ Project of the Salzburg Festival.

Experience

A regular performer at the Croatian National Theatre in Zagreb since 2008, Goran Jurić has performed roles including Plutone and Caronte in Monteverdi’s L’Orfeo, Sarastro in Die Zauberflöte and Suleiman the Magnificent in Zajc’s Nikola Šubić Zrinjski. In 2011 he debuted in the role of Gran Sacerdote di Belo in a new production of Verdi’s Nabucco at the Teatro dell’opera in Rome conducted by Riccardo Muti, and at the Teatro La Fenice in Venice as the Commendatore in Mozart’s Don Giovanni. He returned to La Fenice in spring 2012 as Colline in Puccini’s La Bohème.

Since 2011 as a soloist at the Bayerische Staatsoper in Munich, Goran’s roles have included Colline, Don Fernando in Beethoven’s Fidelio conducted by Zubin Mehta, Biterolf in Wagner’s Tannhäuser conducted by Kent Nagano, Il Re in Verdi’s Aida, Capellio in Bellini’s I Capuleti e i Montecchi, Banco in Verdi’s Macbeth conducted by Massimo Zanetti, Il Frate in Verdi’s Don Carlos conducted by Zubin Mehta, Commendatore, Ferrando in Verdi’s Il trovatore conducted by Paolo Carignani and Timur in Puccini’s Turandot.

As a concert singer, his performances have included Stravinsky’s Les noces conducted by David Zinman in Zurich, Frère Dominique in Honegger’s Jeanne d’Arc au Bûcher, Händel’s Dettingen Te Deum and Messiah, Charpentier’s Te Deum, Mozart’s Requiem, Haydn’s Nelson Mass, Buxtehude’s Membra Iesu Nostri, Schütz’s Musikalische Exequien, Fedor Basmanov in Prokofiev’s Ivan the Terrible and Bach’s Weihnachts-Oratorium. In January 2012 he sang in operatic concerts in Hamburg and in the Alte Oper in Frankfurt to great acclaim.

Awards

2005

Winner, 1st Prize, National Competition of Students of Music and Dance, Dubrovnik, Croatia

2010

Winner, 2nd Prize and Special Prizes of the Director of the Opera of the Slovak National Theater Bratislava and the Director of the Opera of the National Theater Prague, International Vocal Competition Mikuláš Schneider – Trnavský, Trnava, Slovakia

2010

Winner, 1st Prize, International Vocal Competition Iris Adami Corradetti, Padua, Italy

2012

Winner of “Ivo Vuljević” award for the most successful young Croatian musician

Fonte: sito ufficiale di Goran Juric, basso www.goranjuric.com

 

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

 

Serena intervista il soprano Svetlana Kasyan

 

 

Svetlana Kasyan, soprano. She comes from Georgia –

Svetlana Kasyan graduated from the Moscow State Conservatory in 2011 and was a member of the Bolshoi Young Singers Academy for two years. Svetlana is now a soloist of the State Academic Bolshoi Theatre of Russia, where she sings roles such as Tosca (title role), Kuma in The Enchantress, Fata Morgana in The Love for 3 Oranges and Kupava in Snow Maiden. Outside the Bolshoi Theatre she has performed Elisabetta (Don Carlos)at Teatro Regio di Torino, Cio-Cio San in Madama Butterfly at Teatro la Fenice, Amelia in Un ballo in maschera with Dorset Opera, Tosca with Vilnius City Opera, Theater St Gallen and Teatro la Fenice, and concerts with the Bournemouth Symphony Orchestra and the Berliner Symphoniker. Svetlana begins the 2017/18 season with performances of Tosca at Teatro dell’Opera di Roma and, looking further ahead, performs Nabucco at Semperoper Dresden. Recent highlights include returns to Theater St Gallen and Vilnius City Opera for performances of Tosca, Attila at the Teatro Luciano Pavarotti, Modena, Manon Lescaut at the Teatro Regio Torino, and concerts with the Slovenská Filharmónia. Svetlana is a recipient of several prestigious international prizes, including First Prize at the China International Vocal Competition (2011), and took part in the Svyatoslav Richter International Festival and the Domingo-Cafritz Young Artists Program of the Washington National Opera.

She has just done “il Trittico “ Tabarro” due ruoli – Giorgetta “ e Suor Angelica. After that was my debut as Lisa “ Pique dame “ by Tchaikovsky . E adesso Tosca in Opera a Roma

 

 

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

 

La mia intervista al tenore Marco Ciaponi

Marco Ciaponi, tenore

biografia

Marco Ciaponi nasce nel 1989 a Barga (Lucca). Inizia la sua formazione musicale sotto la guida di Rebecca Berg per poi specializzarsi con Giuseppe Sabbatini e iscriversi all’Accademia Internazionale del Bel Canto di Modena. Attualmente continua a specializzarsi sotto la guida di Cinzia Forte. Molto giovane riscuote grande successo in importanti concorsi internazionali fino a che nel 2015 è il vincitore assoluto dei concorsi “Flaviano Labò” di Piacenza e del Concorso Internazionale “Voci Verdiane” di Busseto. Nel 2017 vince il premio “Pepita Embil” per la zarzuela al prestigioso Concorso internazionale “Operalia” di Pladido Domingo ad Astana.

Tra gli impegni degli esordi, ricordiamo la partecipazione alle operette Acqua cheta, Il paese dei campanelli e Cin Ci Là. Nel maggio del 2008 fa il suo debutto come Rodolfo ne La Bohème a Portoferraio. Successivamente Marco Ciaponi è stato selezionato per il progetto Cantiere Lirico al Teatro Goldoni di Livorno. Il suo repertorio include opere quali: Gianni Schicchi, Rigoletto, Traviata, Lombardi alla prima crociata, L’elisir d’amore, Il barbiere di Siviglia, Lucia di Lammermoor.

Ha interpretato Tamino nel Flauto Magico in una riduzione dell’opera per bambini con la compagnia teatrale FantaTeatro di Bologna, in scena alla manifestazione Sestola InCanto e al Teatro Comunale Pavarotti di Modena. E’ stato Alfredo Germont nella Traviata a Cremona e Milano; Nemorino ne L’Elisir d’Amore a Lucca, Piacenza, Ravenna, Bari (Fondazione Petruzzelli) e Mantova; ha debuttato il ruolo di Don Ottavio in Don Giovannia Tirana e a Trieste diretto da Gianluigi Gelmetti,  che lo ha inoltre diretto ne Die Schöpfung di Haydn sempre al Teatro Verdi di Trieste. Ha debuttato il ruolo di Malcolm in Macbeth a Piacenza e degno di nota il suo debutto al Teatro alla Scala di Milano ne La Fanciulla del West (Trin) diretto da Chailly. Da ricordare inoltre il suo Fenton nel Falstaffal Teatro Lirico di Cagliari, regia di Daniele Abbado ed il suo Edmondo nella Manon Lescaut al Teatro Petruzzelli di Bari, recentemente interpretato anche all’Opera de Liège.

Attivo inoltre sul versante concertistico, tra i suoi impegni recenti ricordiamo: la IX Sinfonia di Beethoven presso il Teatro Lirico di Cagliari diretto da Gérard Korsten, Bari, Milano e Pavia (I Pomeriggi Musicali) diretto da Donato Renzetti; Stabat Mater di Rossini a Varsavia diretto da Stefano Montanari; un concerto di Gala a Lecce con il Maestro Gelmetti e l’ Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento; un concerto di Gala al fianco di Leo Nucci a Piacenza e Modena; Stabat Mater di Rossini a Ravenna diretto da Paolo Olmi; Nemorino ne L’Elisir d’amore a Tbilisi; Alfredo ne La Traviata a Bologna ed in tour in Giappone con la Filarmonica del Teatro; l’esecuzione della prima versione del Macbeth di Verdi a Varsavia diretto Fabio Biondi con Europa Galante e Duca di Mantova;  Rigoletto con As.Li.Co nelle città di Pavia, Jesi, Como, Cremona, Brescia, Bergamo; Gianni Schicchi a Modena e Piacenza; ha appena fatto il suo debutto in Germania cantando Don Ottavio in Don Giovani a Colonia.

Prossimi impegni prevedono: Rinuccio nel Gianni Schicchi e Il Tinca nel Tabarro a Reggio Emilia e Ferrara; Aronne nel Mosè in Egitto di Rossini al Teatro San Carlo di Napoli diretto da Stefano Montanari; Stabat Mater di Rossini per il Tokyo Spring Festival diretto da Speranza Scappucci; Duca nel Rigoletto e Requiem di Mozart a Toulon; Alfredo ne La Traviata alla Deutsche Oper di Berlino;  Ferrando nel Così fan tutte a Saint- Etienne; sarà di nuovo il Duca di Mantova nel Rigoletto a Jesi e a Cagliari . Prenderà inoltre parte ad un concerto a Teplice.

Febbraio 2018

Marco Ciaponi, tenor

biography

Marco Ciaponi was born in 1989 in Barga (Lucca). He took part as protagonist in the operetta such as Acqua cheta, Il paese dei campanelli e Cin Ci La and in various concerts in Pescara, Monte Silvano, Sanremo, Torino and Bologna. Marco Ciaponi studied singing with Rebecca Berg, then he specialized under the guidance of Giuseppe Sabbatini and at the Accademia Internazionale del Bel Canto in Modena. Mr. Ciaponi is now specializing under the guidance of Cinzia Forte.

 

Marco Ciaponi is winner of important and prestigiuous Lyric International Contest such as Operalia 2017 ( Zarzuela Prize); Renata Tebaldi International Singing Competition in San Marino (second prize); Flaviano Labò International Singing competition 2015 in Piacenza (first proze), the “Voci Verdiane” International Singing Contest (first prize) in Busseto and the prestigious international Contest “Operalia” led by Placido Domingo for Zarzuela.

 

In May 2008 Mr. Ciaponi made his opera debut as Rodolfo in La Bohème (Puccini) in Portoferraio. Marco Ciaponi was chosen for the opera studio at the Teatro Goldoni in Livorno for the project Cantiere Lirico. His repertoire includes: Puccini’s Gianni Schicchi(Rinuccio), Verdi’s Rigoletto (Duca di Mantova), La Traviata (Alfredo), I Lombardi alla Prima Crociata (Oronte), Donizetti’s L’Elisir d’Amore (Nemorino), Rossini’s Il Barbiere di Siviglia (Conte d’Almaviva) and Donizetti’s Lucia di Lammermoor.

Among his recent engagements: Tamino in Die Zauberflöte at the Festival Sestola InCanto and at the Teatro Comunale in Modena; Nemorino in L’Elisir d’Amore in Lucca, Piacenza, Ravenna, Mantova and Bari (Fondazione Petruzzelli); Alfredo Germont in La Traviata in Cremona and Milan. He made his debut of Don Ottavio (Don Giovanni) in Tirana and then in Trieste, under Gianluigi Gelmetti. He has debuted the role of Malcolm (Macbeth) at Teatro Municipale in Piacenza and Lord Arturo in Lucia di Lammermoor at the Opera Giocosa in Savona. Noteworthy his debut at the Teatro alla Scala in Milan in Puccini’s La Fanciulla del West (Trin) under Chailly; as Fenton in Falstaff at the Teatro Lirico in Cagliari and Edmondo in Manon Lescaut in Bari.

 

Widely active also in concerts, his past appearances include: Die Schöpfung in Trieste under Gelmetti, the Beethoven’s IX Symphony in Cagliari under Gérard Korsten, at the Fondazione Petruzzelli in Bari and in Milan and Pavia (I Pomeriggi musicali) under Donato Renzetti;Rossini’s Stabat Mater in Warsaw under Stefano Montanari; a Gala concert in Lecce again with Maestro Gelmetti with the Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento; a Gala concert beside Leo Nucci in Piacenza and Modena; Rossini’s Stabat Mater in Ravenna under Paolo Olmi.

 

Most recently he sang as Nemorino in L’Elisir d’amore in Tbilisi; Alfredo in La Traviata in Bologna and on tour in Japan with the Filarmonica; Verdi’s Macbeth first version in Warsaw under the baton of Fabio Biondi and the period instruments ensemble Europa Galante. Mr. Ciaponi has just made his debut at the Opéra Royal de Wallonie in Liège singing in Manon Lescaut and Rigoletto (Duca di Mantova) in the As.Li.Co circuit (Pavia, Jesi, Como, Cremona, Brescia, Bergamo). Other recent engagements included: Rinuccio in Gianni Schicchi in Modena, Piacenza and he has just done his debut in Germany singing ad Don Ottavio in Don Giovanni in Cologne.

 

Plans include: Gianni Schicchi in Reggio Emilia and Ferrara; Aronne in Rossini’s Mosè in Egitto at the San Carlo in Naples under the baton of Stefano Montanari; Rossini’s Stabat Mater di Rossini at the  Tokyo Spring Festival under Speranza Scappucci; Petite messe solennelle in Ravenna; La Traviata (Alfredo) at the Deutsche Oper Berlin; Duca in Rigoletto and Mozart’s Requiem in Toulon and Ferrando in Così fan tutte in Saint- Etienne. Marco Ciaponi will also take part in several concerts, for example in Teplice.

 

February 2018

Fonte: www.stagedoor.it

 

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

La mia intervista al soprano Arianna Sofia Vendittelli

Arianna Sofia Vendittelli, soprano

biografia

per la biografia in italiano ecco il link http://www.ariannavendittelli.com/biografia.aspx?lingua=ita

per la biografia in inglese ecco il link http://www.ariannavendittelli.com/biografia.aspx?lingua=eng

fonte: sito ufficiale del soprano Arianna Sofia Vendittelli www.ariannavendittelli.com 

 

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

 

La mia intervista al soprano Karen Gardeazabal 

 

 

 

KAREN GARDEAZABAL

Soprano

BIOGRAFIA

Giovane soprano messicano, inizia i suoi studi presso lo State of Mexico Conservatory, nel 2011 si perfeziona con il tenore Dennis O’Neil in Galles, Gran Bretagna, nel 2015 l’International Opera Performing Experience in Italia e la SIVAM opera studio in Messico.

Continua il suo perfezionamento anche seguendo numerose masterclass con Francisco Araiza, Ramón Vargas, Javier Camarena in Messico, Maureen O’flynn, Vlad Iftinca, Ruth Falcon, Joan Dornemann, John Fisher, Denise Massé negli Stati Uniti d’America, Franca Mattiucci, Gregory Kunde, Manuela Custer, Davide Livermore, Ana luisa Chova, Enedina LLoris, e Placido Domingo in Spagna.

Attualmente studia presso il Center for High Improvement Placido Domingo presso Palau Les Arts Reina Sofia (Valencia), dove debutta come Adina in L’ELISIR D’AMORE di G. Donizetti.

Collabora con importanti direttori, tra i quali ricordiamo Fabio Biondi, Keri-Lyn Wilson, Ramon Tebar, Enrique Batiz, José Areán, Marco Parisotto and Ligia Amadio.

Vince il primo premio, il premio per giovani talenti e il riconoscimento del pubblico al 30° concorso Carlo Morelli nel 2012 e, nel 2015, il terzo premio e il premio Jeunes Ambassadeurs Lyriques al concorso dell’Opera San Miguel.

Il suo debutto internazionale avviene a Bogotá (Colombia) nel 2015, con il gala Lo mejor de la lírica Mexicana.

Canta a fianco di grandi nomi, quali Ramon Vargas, Javier Camarena, Arturo Chacón e Alfredo Daza, accompagnata da orchestre quali la Philharmonic Orchestra di Jalisco presso il Teatro Degollado, la Chamber Orchestra di Bellas Artes, la Phillharmonic Orchestra di Bogotá e la State Symphony Orchestra of Mexico.

Prossimamente debutterà presso il Nuovo Teatro d’Opera di Dubai con il ruolo di Fiordiligi in COSÌ FAN TUTTE di W.A. Mozart, ruolo che canterà di nuovo nel suo debutto al Teatro Verdi di Trieste. Per il Taormina Festival, invece, debutterà il ruolo di Mimí ne LA BOHÉME, che verrà trasmessa in numerosissime sale cinema Europee. Successivamente, per il Teatro San Carlo di Napoli, canterà in MOSÈ IN EGITTO.

© DM Artist

Fonte: www.dmartist.com

 

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

 

La mia intervista al tenore Leonardo Cortellazzi

 

 

 

Leonardo Cortellazzi, tenore

Biografia

Leonardo Cortellazzi

Nato a Mantova è laureato in Economia e Commercio e diplomato in canto con Lelio Capilupi al Conservatorio di Parma. Nel 2006 vince il Concorso internazionale Giuseppe Di Stefano per il ruolo di Ferrando nel Così fan tutte di Mozart e debutta al Luglio Musicale Trapanese. Nel 2007 inizia il suo impegno con l’Accademia d’arti e mestieri del Teatro alla Scala durante il quale partecipa tra l’altro al Concerto Pucciniano diretto dal M° Chailly, ai Vesperae solennes de confessore di Mozart diretti dal M° Chung e canta nel Così fan tutte diretto da Ottavio Dantone.

Successivamente ha cantato tra l’altro al Teatro Comunale di Bologna, Don Giovanni di Mozart, Pagliacci di Leoncavallo e Risorgimento di Ferrero, al Teatro La Fenice di Venezia, Lucia di Lammermoor (Arturo), Don Giovanni Così fan tutte di Mozart, al Teatro alla Scala, Le nozze di FigaroLe convenienze ed inconvenienze teatraliIl ritorno di Ulisse in patria (Telemaco), L’occasione fa il ladro (Conte Alberto) e Don Pasquale (Ernesto), all’Egandin Festival, Anna Bolena (Percy), al Rossini Festival di Wilbad Don Giovanni di G. Pacini, a Reggio Emilia, Modena e Treviso, L’occasione fa il ladro di Rossini (Conte Alberto), a Sassari, Lucia di Lammermoor (Arturo) e nel Circuito Lirico lombardo, Il cappello di paglia di Firenze di Rota e Il flauto magico (Tamino).

Attivo in campo concertistico è stato apprezzato interprete del Requiem, della Messa dell’Incoronazione e della Missa Brevis KV 192 di Mozart, della Messa in do maggiore di Beethoven, della Cantata Erschallet, ihr Lieder di Bach, del Gloria RV 588 di Vivaldi e del Nisi Dominus di Haendel.Tra gli ultimi impegni L’elisir d’amore all’Opera di Massy e al Teatro Filarmonico per la Fondazione Arena di Verona, il Dido and Aeneas (protagonista) al Teatro Ristori a Verona sempre per la Fondazione Arena , Il caso Makropulos (Vitek) al Teatro La Fenice, Don Giovanni di Mozart all’Engandin Festival a St. Moritz, Falstaff (Fenton) al Teatro Verdi di Busseto per il Teatro Regio di Parma e al Teatro Petruzzelli di Bari, Pagliacci (Arlecchino) ad Avignone, Don Pasquale a Clermont Ferrand, Limoges Avignon e Vichy, il Requiem di Mozart e L’elisir d’amore al Teatro di San Carlo a Napoli, Armida di Traetta al Festival della Valle d’Itria, La Traviata (Alfredo) al Teatro La Fenice a Venezia, L’incoronazione di Poppea (Nerone) al Teatro alla Scala e Dido and Aeneas a Firenze.

Tra gli impegni recenti e futuri: Roméo et Juliette (Tybalt) all’Arena di Verona, Il diario di uno scomparso La Traviata al Teatro La Fenice di Venezia, La vedova allegra a Cagliari, Il trionfo del tempo e del disinganno al Teatro alla Scala, L’elisir d’amore a Muscat, Falstaff, Zenobia in Palmira a Napoli, La Mirandolina a Venezia e L’Incoronazione di Poppea al Teatro alla Scala.

Leonardo Cortellazzi, tenore

Biography

Leonardo Cortellazzi

Leonardo Cortellazzi graduates in Economics and Commerce and in singing in Parma under Lelio Capilupi.

In 2006 he wins the Giuseppe Di Stefano International Competition for the role of Ferrando in Mozart’s Così fan tutte, then staged at Luglio Musicale Trapanese.

In 2007 he spends a period at La Scala at the Accademia d’arti e mestieri, where he takes part in a concert dedicated to Puccini conducted by Riccardo Chailly, Mozart’s Vesperae solennes de confessore conducted by Myung Wung Chung and performes Ferrando (Così fan tutte) conducted by Ottavio Dantone.

Later on he’s on Teatro Comunale di Bologna stage with Mozart’s Don Giovanni, Leoncavallo’s Pagliacci and Ferrero’s Risorgimento; at Teatro La Fenice in Venice with Lucia di Lammermoor (Arturo), Don Giovanni and Mozart’s Così fan tutte; al Teatro alla Scala in Le nozze di FigaroLe convenienze ed inconvenienze teatraliIl ritorno di Ulisse in patria (Telemaco), L’occasione fa il ladro (Conte Alberto) and Don Pasquale (Ernesto); at Egandin Festival with Anna Bolena (Percy); at Rossini Festival in Wilbad with Pacini’s Don Giovanni; at Reggio Emilia, Modena and Treviso with Rossini’s L’occasione fa il ladro (Conte Alberto); in Sassari performing Lucia di Lammermoor (Arturo) and in Circuito Lirico lombardo in Rota’s Il cappello di paglia di Firenze and Die Zauberflöte (Tamino).

He’s active with concerts, and has been appreciated in Mozart’s RequiemMessa dell’Incoronazione and Missa Brevis KV 192, Beethoven’s Messa in do maggiore, Bach’s Erschallet, ihr Lieder, Vivaldi’s Gloria RV 588 and Haendel’s Nisi Dominus.

He performes L’elisir d’amore at Opéra de Massy, at Teatro Filarmonico in Verona and at Teatro di San Carlo in Naples, Dido and Aeneas (title role) at Teatro Ristori in Verona and in Florence, Il caso Makropulos  (Vitek) at Teatro La Fenice, Mozart’s Don Giovanni  at the Engandin Festival in St. Moritz, Falstaff (Fenton) at Teatro Verdi in Busseto and at Teatro Petruzzelli in Bari, Pagliacci (Arlecchino) in Avignone, Don Pasquale in Clermont  Ferrand, Limoges Avignon and Vichy, Mozart’s Requiem, Traetta’s Armida at the Festival della Valle d’Itria, La Traviata (Alfredo) at Teatro La Fenice in Venice, L’incoronazione di Poppea (Nerone) at Teatro alla Scala .

Among recent and future engagements: Roméo et Juliette(Tybalt) at Arena di Verona, Il diario di uno scomparso, La Mirandolina and La Traviata at Teatro La Fenice in Venice, The merry widow in Cagliari, Il trionfo del tempo e del disinganno at Teatro alla Scala, L’elisir d’amore in Muscat, Falstaff and Zenobia in Palmira at Teatro San Carlo in Naples, L’Incoronazione di Poppea at Teatro alla Scala and at Carnegie Hall in New York, Don Giovanni in Liège, Anna Bolena in Lisboa, Die Zauberflöte and Idomeneo in Florence, again La Traviata in Venice, Che originali! in Bergamo, Elisir d’amore at La Fenice, Alceste in Florence, Fin de partie at La Scala, La Clemenza di Tito in Liège.

Fonte: www.inartmanagement.com

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

 

Serena intervista il soprano Maria Mudryak

 

MARIA MUDRYAK – SOPRANO

Biografia

Fra gli impegni della stagione 2017/2018 spiccano Mimì in una nuova produzione de La bohème e Violetta ne La traviata al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, una nuova produzione de La traviata al Teatro San Carlo di Napoli, il debutto nel ruolo di Liù in Turandot per l’inaugurazione del Gran Teatro di Shaanxi in Cina, il debutto nel ruolo di Gilda in Rigoletto al Teatro Carlo Felice di Genova, e in seguito al Teatro Massimo di Palermo a fianco di Leo Nucci nel ruolo del titolo in tutte e due le occasioni, e Susanna ne Le nozze di Figaro al Teatro Massimo di Palermo.

I suoi impegni della stagione 2016/2017 includevano Violetta ne La traviata al Teatro San Carlo di Napoli e al Teatro Carlo Felice di Genova, Susanna ne Le nozze di Figaro al Teatro San Carlo di Napoli, Valencienne ne La vedova allegra al NCPA Beijing, Oscar in Un ballo in maschera al NCPA Opera Festival di Pechino, Musetta ne La bohème al NCPA Mumbai, Mimì ne La bohème all’Opera di Astana, e recite di gala in onore della carriera di Leo Nucci a Piacenza e Modena.

Nel 2015/2016 Maria Mudryak ha interpretato Violetta ne La traviata all’Opera di Firenze e all’Opera di Astana, Giulia ne La scala di seta all’Opéra Royal de Wallonie, Susanna ne Le nozze di Figaro al Teatro Petruzzelli di Bari, Mimì ne La bohème al Teatro Coccia di Novara e Musetta nella stessa opera al Ravenna Opera Festival e alla National Opera di Vilnius, Norina in Don Pasquale al Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro Sociale di Como, Teatro Pergolesi di Jesi e al Teatro Fraschini di Pavia.

Nel febbraio del 2015 il soprano kazako ha inaugurato la stagione del Teatro Municipale di Piacenza nel ruolo di Adina ne L’elisir d’amore in un allestimento di Leo Nucci e ha cantato Giulietta ne Les contes d’Hoffmann per i Teatri del Circuito Lirico Lombardo. Il 2014 è stato l’anno del debutto operistico, nel ruolo di Susanna ne Le nozze di Figaro al Teatro Carlo Felice di Genova, ha cantato Musetta al Teatro Rosetum di Milano e ha fatto parte del “Young Singers Project” del Festival di Salisburgo.

Nata a Pavlodar, Kazakistan, di origini russe, Maria Mudryak si è trasferita in Italia all’età di dieci anni per iniziare lo studio del canto. L’anno successivo è stata ammessa nel Coro delle voci bianche del Teatro alla Scala. A quattordici anni è stata ammessa (in via del tutto eccezionale, considerata la giovanissima età) al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano da cui si è diplomata cum laude quattro anni dopo; ha inoltre studiato dieci anni alla Scuola musicale di Milano sotto la guida di Carlo Gaifa. Ha vinto il “65° Concorso Aslico per Giovani Cantanti Europeo”, il “Opera Ball” in Kazakistan e il Terzo Premio e il Premio del Pubblico del Concorso Operalia 2017.

Maria Mudryak ha collaborato with direttori quali Carlo Rizzi, Renato Palumbo, Aldo Sisillo, Fabrizio Carminati, Christopher Franklin, Matthew Aucoin e Nicola Pazkowsky, e registi fra cui Leo Nucci, Hugo De Ana, Ferzan Ozpetek, Chiara Muti e Andrea Cigni.

Febbraio 2018

La biografia qui sopra e altre info le potete trovare nel bellissimo sito ufficiale del soprano Maria Mudryak ecco il link www.mariamudryak.com

Il video in cui Maria Mudryak canta ad operalia 2017 lo trovate sia nel video dell’intervista subito dopo l’intervista, sia qui sotto. Buona visione

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

 

Serena intervista il soprano Benedetta Torre

 

 

Benedetta Torre

Soprano

Soprano, nata a Genova il 29/05/1994, inizia lo studio del canto all’età di 13 anni.

Negli anni 2011/2012 ha fatto parte del gruppo di giovani

dell’ “Ensemble Opera Studio” del Teatro Carlo Felice di Genova, dove ha seguito periodicamente masterclass tenute dal soprano Donata D’Annunzio Lombardi, con la quale continua ad oggi lo studio del canto.

In seguito al periodo dell’Ensemble, ha interpretato la Contessa di Ceprano in Rigoletto, con la direzione del M° Carlo Rizzari.

Vince il premio giovani al V Concorso Internazionale di Canto Francesco Paolo Tosti, in seguito al quale, in aprile 2013, ha sostenuto tre concerti a Tokyo e Osaka, dove è stata accompagnata dall’Istituto Nazionale Tostiano.

Finalista al Concorso Tagliavini 2014 a Deutschlandsberg (Graz, Austria), partecipa al 52° Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, ricevendo in finale una menzione speciale per la voce e l’interpretazione in relazione alla giovane età. E’ poi ginalista ASLICO 2015 e al Concorso Flaviano Labò 2015. Nello stesso anno, partecipa al 6° Concorso Internazionale di Canto Renata Tebaldi, aggiudicandosi il 2° premio.

Nel novembre 2014 è cover di Luisa nella Luisa Miller al Teatro Carlo Felice, con la regia e la partecipazione di Leo Nucci e con la direzione del M° Andrea Battistoni.

Nel luglio 2015 è allieva della Riccardo Muti Opera Academy come Alice Ford nel Falstaff e, nell’ottobre dello stesso anno, debutta nel Simon Boccanegra come Amelia Grimaldi all’inaugurazione della stagione del Carlo Felice di Genova, con la direzione del M° Stefano Ranzani,

Nel dicembre 2015 è Mimì ne La Bohème del Ravenna Festival, con la regia firmata da Cristina Mazzavillani Muti e la direzione del M° Nicola Paszkowski, andata in scena anche al Lithuanian National Opera and Ballet Theatre di Vilnius, al Teatro Coccia di Novara nel febbraio 2016 e al Teatro Municipale di Piacenza in novembre; nello stesso periodo è ancora Mimì al Teatro del Giglio di Lucca, sotto la regia di Marco Gandini.

Fra gli impegni recenti e futuri, L’Elisir d’Amore, nei panni di Adina, al Teatro Carlo Felice, Aida al Festival di Salisburgo 2017, dove interpreterà il ruolo della Sacerdotessa, sotto la direzione del M° Riccardo Muti, Mimì nel Circuito Marchigiano, l’inaugurazione della stagione concertistica al Petruzzelli con lo Stabat Mater di Poulenc, il debutto all’Opera di Roma nel ruolo di Susanna nella nuova produzione de Le nozze di Figaro di Graham Vick, il Requiem di Mozart con la Chicago Symphony Orchestra diretta dal M° Muti.

Febbraio 2018

Per i contributi musicali attendere la fine dell’intervista, la signora Torre ha concesso di far ascoltare per gli spettatori di operclassica ed Eco Italiano due arie della boheme di Puccini su libretto di Giacosa ed Illica

Serena conduce Operaclassica Eco Italiano

 

Serena intervista il soprano Francesca Dotto

 

 

 

Francesca Dotto, soprano

Biografia

Nata a Treviso, ha conseguito la maturità classica e si è diplomata in flauto traverso presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, sotto la guida del M° Enzo Caroli.
Nel 2007 ha intrapreso lo studio del canto con il soprano Elisabetta Tandura con la quale continua a perfezionarsi, dedicandosi parallelamente ad un’attività concertistica che spazia dal repertorio lirico a quello sacro e sinfonico.
Nel 2011 ha vinto il primo premio al Premio nazionale delle arti indetto dal MIUR, il primo premio al Concorso internazionale Vincenzo Bellini e si è diplomata con lode e menzione d’onore presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto.
Nel 2012 è stata finalista al Concorso Voci Verdiane a Busseto, al Concorso Iris Adami Corradetti a Padova, ha vinto il secondo premio al Concorso Maria Callas a Verona e ha debuttato al Teatro La Fenice a Venezia interpretando il ruolo di Musetta ne La Bohème di Puccini sotto la direzione di Daniele Callegari.
La stagione 2013 è iniziata con la ripresa della produzione de La Bohème (Musetta) ed è proseguita con due importanti debutti: Lucrezia Borgia di Donizetti al Teatro Verdi di Padova e La Traviata di Verdi al Teatro Comunale di Sassari.
Il 2014 la vede protagonista al Petruzzelli di Bari (La Traviata) e alla Fenice di Venezia (La Bohème, La Traviata, Don Giovanni).

Francesca Dotto, soprano

Biography

Born in Treviso, Francesca was educated in classical humanities and obtained a degree in Flute at the Conservatory “G. B. Martini” of Bologna, under the guidance of M° Enzo Caroli. She then attended the Conservatory “Agostino Steffani” in Castelfranco Veneto, where she specialized in Vocal Studies with Elisabetta Tandura and graduated with honors and honorable mention in 2011. In the same year she was awarded the first prize at the National Prize of the Arts organized by the Ministry of Education (MIUR) and the first prize at International Contest Vincenzo Bellini.
In the 2011/2012 season Francesca gave her acclaimed debut at Teatro La Fenice in Venice as Musetta in Puccini’s La Bohème, with the direction of Daniele Callegari, she participated in the Finalist’s Concert of the Competition Voci Verdiane in Busseto and she was awarded the second prize at International Competition Maria Callas Verona.
She recently performed in Lucrezia Borgia (Lucrezia), La Traviata (Violetta) and La Bohème (Musetta).
Among her future engagements we remember La Traviata and Don Giovanni (Donna Anna) at Teatro La Fenice in Venice.

Fonte: sito ufficiale del soprano Francesca Dotto www.francescadotto.com