Premio Ambiente e Società 2022

 

COMUNICATO STAMPA
Si celebra sabato 10 dicembre 2022 alle 19 al teatro comunale di Priolo (ingresso
gratuito), la quinta edizione del Premio Ambiente e Società, programmato dalla casa
editrice WLTVA&A con il patrocinio del Comune di Priolo Gargallo. Nutrito il
programma della serata, quanto qualificato il novero dei premiati e di coloro cui è stata
conferita una menzione speciale per le attività svolte nei rispettivi ambiti.

Per il settore musica, i premi saranno conferiti al Maestro Felicia Toscano, chitarrista, e
al Maestro Pierfrancesco Pullìa, fondatore del conservatorio Tchaikovsky di Nocera
Terinese in provincia di Catanzaro, oltre che all’orchestra d’archi Giga Ensemble del
maestro Marco Terlizzi, che offrirà agli ospiti alcuni contributi musicali.

Per l’impegno nella divulgazione della testimonianza sull’Olocausto, Edith Bruck,
scrittrice e poetessa, sopravvissuta alla deportazione nei campi di concentramento, e
David Meghnagi, ideatore e direttore del master internazionale di secondo livello in
didattica della Shoah all’Università di Roma.

Per l’ambiente: suor Maria Trigila, che ha girato il mondo per educare gli uomini
sull’ambiente; Salvo La Delfa, docente del liceo Einaudi di Siracusa, per le numerose
iniziative di natura ecologica. A una rappresentanza degli studenti dell’Einaudi saranno
consegnati cinque alberi di arancia rossa da parte del Consorzio di tutela arancia rossa
di Sicilia Igp, che saranno piantati nel giardino dell’istituto; l’ornitologo siracusano
Carmelo Iapichino che ha contribuito all’istituzione della riserva naturale Saline di
Priolo.

Per la cultura, Augusto Aliffi profondo conoscitore della cultura marinara, autore di testi
scientifici sui Calafatari e sulle tecniche di costruzione delle barche; lo scrittore e cultore
delle tradizioni popolari Piero Mura, la pittrice Pinella Imbesi, la direttrice della
biblioteca del comune di Furnari, Nella Privitera.

Per il sociale: l’imprenditore messinese L. M. che si è ribellato al racket delle estorsioni;
Giovanna Raiti, referente dell’associazione Libera per la Memoria, il giornalista Aldo
Mantineo, autore con Francesco Nania della graphic novel “Più forti della mafia” e
l’associazione culturale Materiale Vario che ha curato il doppiaggio del
lungometraggio ricavato dalla graphic novel, di cui sarà trasmesso uno spezzone durante
la cerimonia; i giornalisti palermitani Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza coautori di
saggi e articoli sul rapporto tra mafia e politica; l’associazione Officina aperta, formata
da un gruppo di giovani che, da un borgo marinaro del Messinese, riescono a
coinvolgere i loro coetanei in iniziative sociali e culturali di qualità; il Lions Club e il
Circolo culturale Tommaso Gargallo entrambi di Priolo, che si sono distinti per le
numerose attività sul territorio; Salvo Ricco, tecnico forense che ha contribuito a
risolvere il difficile caso di un’insegnante di Corleone.

Sono previsti intermezzi musicali a cura della Giga Ensemble e performance della
Exedra Arts e dell’associazione Materiale Vario oltre alla cantante lirica Isabella Fiore
Ricco Galluzzo.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *