Serena conduce operaclassica

Vittorio Prato, baritono

Vittorio Prato, baritono

Riconosciuto come uno specialista del repertorio belcantista, protagonista di opere mozartiane, donizettiane e rossiniane il giovane baritono Vittorio Prato ha già avuto modo d’imporsi a livello internazionale come uno baritoni più interessanti della sua generazione. È salito sul palcoscenico di prestigiosi teatri fra i quali Staatsoper di Berlino, Liceu di Barcellona, Opèra de Lyon, Opera di Roma, Théatre du Capitole di Toulouse, Théatre des Champs-Elysées e Opera Comique di Parigi, Theater an der Wien, Grand Théâtre di Bordeaux, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Barbican di Londra, Filarmonico di Verona, Petruzzelli di Bari, Verdi di Trieste. Tra i festival vanno ricordati quelli di Pesaro, Wexford, Montpellier, Bad Wildbad e Bad Kissingen. Ha cantato con direttori d’orchestra quali Riccardo Muti, Gianluigi Gelmetti, Vladimir Jurowski, Donato Renzetti e ha lavorato con registi come Pier Luigi Pizzi, Adrian Noble, Daniele Michieletto, Antonio Latella. Nell’ambito della musica antica ha collaborato con importanti direttori tra i quali Ottavio Dantone, William Christie, Christophe Rousset, Christopher Hogwood, Alain Curtis, Diego Fasolis. Ha inaugurato la stagione 2015/16 interpretando il ruolo di Dandini ne La Cenerentola (Dandini) al Gärtnerplatztheater di Monaco. In seguito ha interprato il Conte Fil ne Il Segreto di Susanna all’Opéra de Liège e ha debuttato il ruolo di Marcello ne La bohème al Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Fra i suoi prossimi impegni annovera le produzioni de L’elisir d’amore (Belcore) e Il barbiere di Siviglia (Figaro) al Teatro Comunale di Bologna, Bianco e Fernando al festival Rossini in Wildbad, La bohème (Marcello) al Teatro Municipal de Santiago de Chile e all’Opéra de Lausanne, L’Orfeo (ruolo del titolo) a Tokyo, Il turco in Italia (Poeta) a Pavia, Cremona e Como, Così fan tutte (Guglielmo) al Grand Théatre de Genève. Nel corso dellas stagione 2014/15 ha interpreatto Betly (Max), opera rara di Donizetti, per il Bergamo Musica Festival, Demofoonte (Matusio) al Theater an der Wien, Una voce in off al Liceu de Barcelona, Don Pasquale (Malatesta) con l’Orchestre Régional de Normandie, Stabat Mater di Szymanowski al Teatro Comunale di Bologna, Le nozze di Figaro (Conte) al Teatro dell’Opera di Roma e Il barbiere di Siviglia (Figaro) at Teatro del Maggio Musicale di Firenze. Il suo vasto repertorio spazia da Monteverdi al ‘900 e comprende titoli quali Il barbiere di Siviglia (Figaro), L’elisir d’amore (Belcore), La Cenerentola (Dandini), Don Pasquale (Malatesta), Le nozze di Figaro (Conte), Così fan tutte (Guglielmo), Werther (Albert), La cambiale di matrimonio di Rossini, Betly di Donizetti, I Briganti di Mercadante, I due Figaro di Carafa, La Salustia di Pergolesi, L’Orfeo di Monteverdi, Les Indes galantes di Rameau, Demofonte di Gluck, opere di Handel quali Giulio Cesare, Ezio e Imeneo, Il segreto di Susanna di Wolf-Ferrari, Una Voce in off di Montsalvatge. Il repertorio concertistico include Requiem di Faurè, Weinachtsoratorium di Bach, Stabat mater di Szymanowski, Il ritorno di Tobia e la Missa in tempore Belli di Haydn, Der Rose Pilgerfahrt di Schumann, Die Erste Walpurgisnacht di Mendelssohn, Israel in Egyptdi Händel. La sua discografia include le incisioni di La Salustia di Pergolesi (DVD Arthaus Musik), I due Figaro di Carafa (DVD Bongiovanni), I Briganti di Mercadante (CD Naxos), Les Indes galantes (DVD Alpha). Diplomato in pianoforte e in clavicembalo, ha studiato con Ivo Vinco, con Luciano Pavarotti, con Dmitry Vdovin e con Sherman Lowe. Vincitore di concorsi internazionali come il «M. Battistini» e il “Concorso di Musica Sacra” di Roma, ha frequentato l’Accademia Rossiniana di Pesaro, interpretando Don Alvaro ne Il viaggio a Reims. Aprile 2016

Fonte: http://www.ateliermusicale.com

Ecco il link per il sito ufficiale del baritono Vittorio Prato www.vittorioprato.com

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *