Serena conduce operaclassica eco italiano.

La Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino a Dubai

per un concerto sinfonico per Expo 2020, il 10 ottobre 2021

Il maestro Zubin Mehta e l’Orchestra del Maggio

con un programma di musiche di Giuseppe Verdi e Ludwig van Beethoven

 

A Dubai per Expo, un concerto dell’Orchestra sinfonica del Maggio Musicale Fiorentino, istituzione musicale lirico sinfonica italiana di indiscutibile prestigio internazionale, diretta da uno dei più celebri direttori d’orchestra del mondo che ne è il direttore musicale emerito a vita, il maestro Zubin Mehta.

Firenze 7 ottobre 2021 – A Dubai per Expo, il 10 ottobre 2021 ,un concerto dell’Orchestra sinfonica del Teatro Maggio Musicale Fiorentino, istituzione musicale lirico sinfonica italiana di indiscutibile prestigio internazionale, diretta da uno dei più celebri direttori d’orchestra del mondo che ne è il direttore musicale emerito a vita, il maestro Zubin Mehta. In programma composizioni di Giuseppe Verdi e una sinfonia di Ludwig van Beethoven.

Il concerto del Maggio Musicale Fiorentino si inserisce in un forum internazionale che coinvolgerà i principali rappresentanti del settore pubblico e privato fiorentini e che sempre il 10 ottobre si svolgerà al Padiglione Italia. Vi parteciperà una delegazione guidata dal Sindaco di Firenze Dario Nardella e composta dai principali attori istituzionali della città; oltre al Maggio Musicale Fiorentino con il sovrintendente Alexander Pereira, vi faranno parte anche le Gallerie degli Uffizi, l’Università di Firenze, la Camera di Commercio, Confindustria Firenze, Fondazione CR Firenze, alcune associazioni imprenditoriali e imprese di diversi settori.

La Fondazione del Maggio, teatro lirico sinfonico di grande prestigio storico e sede di uno dei tre Festival musicali più antichi d’Europa assieme a Salisburgo e Bayreuth, con il maestro Zubin Mehta – uno dei più importanti direttori d’orchestra del mondo e direttore emerito a vita del Maggio Musicale Fiorentino – sul podio dell’Orchestra Maggio rappresenteranno dunque Firenze all’Expo di Dubai. Dice a questo proposito il sindaco di Firenze Dario NardellaA Dubai Firenze parlerà al mondo anche con la musica: dopo aver portato nel cuore dell’Expo 2020 il gemello del David di Michelangelo, adesso è la volta del concerto del Maggio Musicale Fiorentino che sarà diretto dal maestro Zubin Mehta. La nostra città presenta a un pubblico internazionale alcuni dei suoi gioielli culturali più prestigiosi e può davvero ambire a giocare un ruolo di primo piano nel panorama mondiale della ripartenza dopo la pandemia.

A proposito di questa significativa trasferta il sovrintendente del Maggio Alexander Pereira dice: Uno degli articoli da esportare più importanti per l’Italia è la cultura. E in questo senso mi sembra logico essere presenti a Dubai. Ci sono poi tante relazioni da attivare e credo che l’indicazione che è venuta dal sindaco Nardella sia giusta. Del resto, se l’Italia deve portare le sue eccellenze, allora il Maggio è nel posto giusto. Non sbagliamo a dire che il nostro Teatro è un’istituzione di livello e respiro europeo. Sono felice di portare all’Expo quella italianità, quella cultura, quel biglietto da visita prestigioso di Firenze di cui il Maggio, con il maestro Zubin Mehta, è un ulteriore, riconosciuto simboloIl programma metterà insieme pagine di Giuseppe Verdi, a una sinfonia di Ludwig van Beethoven  – continua il sovrintendente Pereira – per testimoniare con il linguaggio universale di due massimi compositori quei valori culturali che uniscono non solo la grande musica italiana a quella di uno dei più importanti rappresentanti della cultura europea, ma che possono essere un segno di fratellanza e amicizia tra i popoli come non può non essere tra le finalità di una esposizione universale.

Il programma:

Il programma del concerto sinfonico dunque offre tre composizioni di Giuseppe Verdi e una sinfonia di Ludwig van Beethoven compositori verso i quali il maestro Mehta ha una particolare predilezione e una affinità che lo hanno reso uno dei maggiori interpreti di questo repertorio. Nella prima parte, simbolicamente italiana, tre composizioni verdiane tratte da due opere liriche del grande compositore: “La traviata” e  “La forza del destino”.

Dalla prima opera “La traviata”, una delle composizioni liriche più famose e amate al mondo si prevede l’esecuzione del “Preludio” al primo e del terzo atto. Il Preludio da “La Traviata” celebre quanto l’opera stessa ne esprime tutta l’essenza e la drammaticità, e ne anticipa alcuni passaggi come ad esempio “l’amami Alfredo” del secondo atto e i temi passionali e tragici che si ritrovano poi anche nel preludio al terzo atto, quello finale e del epilogo della trama.  Dal secondo titolo verdiano, l’altrettanto celebre “La forza del destino” verrà eseguita la sinfonia iniziale. Questo brano che ruota attorno al motivo del destino  – che sembra inseguire implacabile i protagonisti dell’opera  – fu composto da Verdi non solo come preludio dell’opera ma anche come una composizione a sé stante che potesse essere eseguita in concerto. Nella seconda parte il maestro Zubin Mehta e l’Orchestra del Maggio eseguiranno la Settima sinfonia in la maggiore op. 92 di Ludwig van Beethoven. La sinfonia debuttò a Vienna l’8 dicembre del 1813 diretta dallo stesso autore e fu accolta favorevolmente dai viennesi a cui piacque soprattutto il secondo movimento, l’Allegretto, che venne addirittura bissato. Molto ritmica coinvolge per il vortice festoso delle note che sembrano quasi una danza e trasmettono una grande gioia.

Paolo Klun

Responsabile

Ufficio Stampa & Media- Comunicazione

Maggio Musicale Fiorentino

Piazza Vittorio Gui 1  – 50123 Firenze

tel. + 39 055 2779.251

www.maggiofiorentino.com

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *